Oscar 2016

Alle 14.30 ora locale sono state diramate le nomination agli Oscar 2016, nomination che quest’anno sembrano puntare decisamente verso prodotti blockbuster a discapito di elementi un pochino più di nicchia. L’Academy Award, comunemente conosciuto come Oscar,è il premio cinematografico più importante al mondo e il più antico, giacché venne assegnato per la prima volta il 16 maggio 1929, tre anni prima che il Festival di Venezia cominciasse ad assegnare i propri premi.I premi vengono conferiti dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, un’organizzazione professionale onoraria costituita da personalità (per lo più statunitensi) che hanno portato avanti la loro carriera nel mondo del cinema quali attori, registi, produttori e tanti altri, e che al 2007 contava circa 6.000 membri votanti, nel 2016 siamo giunti all’88esima edizione degli Oscar con nessun film italiano purtroppo arrivato in gara.

L’88ª edizione della cerimonia degli Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles il 28 febbraio 2016. Per condurre la serata è stato scelto per la seconda volta Chris Rock, già presentatore della 77ª edizione nel 2005. La cerimonia, trasmessa in diretta in oltre 225 Paesi, sarà visibile negli Stati Uniti d’America sul network ABC, mentre in Italia sul canale Sky Cinema Oscar e, come lo scorso anno, anche in chiaro su Cielo.

Più volte ogni cerimonia è stata caratterizzata da momenti esilaranti ma anche per momenti commoventi e particolari. Memorabile è, ad esempio, la premiazione con l’Oscar alla carriera a Charlie Chaplin nel 1972, che improvvisò sul palco la popolare scena del ballo dei panini in La febbre dell’oro. Vengono comunemente ricordati anche il pianto di John Wayne per la sua vittoria ai Premi Oscar 1970, e la vittoria di Marlon Brando dell’Oscar al miglior attore protagonista nei Premi Oscar 1973. Brando preferì infatti rinunciare alla statuetta: l’attore, che in quegli anni si era avvicinato alla causa degli amerindi, inviò alla cerimonia una giovane squaw indiana, che tenne in sua vece un discorso di denuncia e di protesta contro l’ambiente hollywoodiano; anni dopo si seppe che in realtà la ragazza non era una vera nativa, ma un’attrice. Un altro momento straordinario fu la vittoria a sorpresa di Ingrid Bergman nel 1975 dell’Oscar alla miglior attrice non protagonista. La Bergman, salendo sul palco, ricordò a suo dire la meravigliosa performance di Valentina Cortese, anche lei candidata e che a dire della Bergman meritava l’oscar. Si ricorda inoltre, nell’edizione del 1992, il vigore di Jack Palance, che sul palco improvvisò un piegamento con un braccio solo.
Altri momenti considerati come memorabili: il bacio tra Adrien Brody e Halle Berry, la premiazione con l’oscar alla carriera a Federico Fellini, che dal palco chiese a Giulietta Masina, sua moglie, di non piangere e l’annuncio della vittoria e la gioia di Roberto Benigni, vincitore dell’oscar per il miglior film straniero, che per ricevere la statuetta passò sopra le teste del pubblico.

Ecco dunque le Nomination Oscar 2016

 

Miglior Film:

  • La Grande Scommessa Brad Pitt, Dede Gardner and Jeremy Kleiner, Producers
  • “Il Ponte delle Spie” Steven Spielberg, Marc Platt and Kristie Macosko Krieger, Producers
  • “Brooklyn” Finola Dwyer and Amanda Posey, Producers
  • “Mad Max: Fury Road” Doug Mitchell and George Miller, Producers
  • “Sopravvissuto – The Martian” Simon Kinberg, Ridley Scott, Michael Schaefer and Mark Huffam, Producers
  • “Revenant – Redivivo” Arnon Milchan, Steve Golin, Alejandro G. Iñárritu, Mary Parent and Keith Redmon, Producers
  • “Room” Ed Guiney, Producer
  • “Il Caso Spotlight” Michael Sugar, Steve Golin, Nicole Rocklin and Blye Pagon Faust, Producers

Miglior Attore Protagonista:

  • Bryan Cranston in  L’Ultima parola – la vera storia di Dalton Trumbo”
  • Matt Damon in “ Sopravvissuto -The Martian”
  • Leonardo DiCaprio in “Revenant – Redivivo”
  • Michael Fassbender in “Steve Jobs”
  • Eddie Redmayne in “The Danish Girl”

Miglior Attrice Protagonista:

  • Cate Blanchett in “Carol”
  • Brie Larson in “Room”
  • Jennifer Lawrence in “Joy”
  • Charlotte Rampling in “45 anni”
  • Saoirse Ronan in “Brooklyn”

Miglior Attore non Protagonista:

  • Christian Bale in “La Grande Scommessa”
  • Tom Hardy in “Revenant – Redivivo”
  • Mark Ruffalo in “Il Caso Spotlight”
  • Mark Rylance in “Il Ponte delle Spie”
  • Sylvester Stallone in “Creed – Nato per Combattere”

Miglior Attrice non Protagonista:

  • Jennifer Jason Leigh in “The Hateful Eight”
  • Rooney Mara in “Carol”
  • Rachel McAdams in “Il Caso Spotlight”
  • Alicia Vikander in “The Danish Girl”
  • Kate Winslet in “Steve Jobs”

Miglior Regista:

  • “La Grande Scommessa” Adam McKay
  • “Mad Max: Fury Road” George Miller
  • “Revenant – Redivivo” Alejandro G. Iñárritu
  • “Room” Lenny Abrahamson
  • “Il Caso Spotlight” Tom McCarthy

Miglior Film d’Animazione:

  • “Anomalisa” Charlie Kaufman, Duke Johnson and Rosa Tran
  • “Boy and the World” Alê Abreu
  • “Inside Out” Pete Docter and Jonas Rivera
  • “Shaun: Vita da Pecora” Mark Burton and Richard Starzak
  • “Quando c’era Marnie” Hiromasa Yonebayashi and Yoshiaki Nishimura

Miglior Film Straniero:

  • “Embrace of the Serpent” Colombia
  • “Mustang” France
  • “Il figlio di Saul” Hungary
  • “Theeb” Jordan
  • “A War” Denmark

Miglior Fotografia:

  • “Carol” Ed Lachman
  • “The Hateful Eight” Robert Richardson
  • “Mad Max: Fury Road” John Seale
  • “Revenant – Redivivo” Emmanuel Lubezki
  • “Sicario” Roger Deakins

Miglior Costume:

  • “Carol” Sandy Powell
  • “Cenerentola” Sandy Powell
  • “The Danish Girl” Paco Delgado
  • “Mad Max: Fury Road” Jenny Beavan
  • “Revenant – Redivivo” Jacqueline West

Miglior Documentario:

  • “Amy” Asif Kapadia and James Gay-Rees
  • “Cartel Land” Matthew Heineman and Tom Yellin
  • “The Look of Silence” Joshua Oppenheimer and Signe Byrge Sørensen
  • “What Happened, Miss Simone?” Liz Garbus, Amy Hobby and Justin Wilkes
  • “Winter on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom” Evgeny Afineevsky and Den Tolmor

Miglior Cortometraggio Documentario:

  • “Body Team 12” David Darg and Bryn Mooser
  • “Chau, beyond the Lines” Courtney Marsh and Jerry Franck
  • “Claude Lanzmann: Spectres of the Shoah” Adam Benzine
  • “A Girl in the River: The Price of Forgiveness” Sharmeen Obaid-Chinoy
  • “Last Day of Freedom” Dee Hibbert-Jones and Nomi Talisman

Miglior Montaggio:

  • “La Grande Scommessa” Hank Corwin
  • “Mad Max: Fury Road” Margaret Sixel
  • “Revenant – Redivivo” Stephen Mirrione
  • “Il Caso Spotlight” Tom McArdle
  • “Star Wars: Il Risveglio della Forza” Maryann Brandon and Mary Jo Markey

Miglior Colonna Sonora:

  • “Il Ponte delle Spie” Thomas Newman
  • “Carol” Carter Burwell
  • “The Hateful Eight” Ennio Morricone
  • “Sicario” Jóhann Jóhannsson
  • “Star Wars: Il Risveglio della Forza” John Williams

Miglior Canzone Originale:

  • “Earned It” from “Fifty Shades of Grey”
    Music and Lyric by Abel Tesfaye, Ahmad Balshe, Jason Daheala Quenneville and Stephan Moccio
  • “Manta Ray” from “Racing Extinction”
    Music by J. Ralph and Lyric by Antony Hegarty
  • “Simple Song #3” from “Youth”
    Music and Lyric by David Lang
  • “Til It Happens To You” from “The Hunting Ground”
    Music and Lyric by Diane Warren and Lady Gaga
  • “Writing’s On The Wall” from “Spectre”
    Music and Lyric by Jimmy Napes and Sam Smith

Migliore Scenografia:

  • “Il Ponte delle Spie” Production Design: Adam Stockhausen; Set Decoration: Rena DeAngelo and Bernhard Henrich
  • “The Danish Girl” Production Design: Eve Stewart; Set Decoration: Michael Standish
  • “Mad Max: Fury Road” Production Design: Colin Gibson; Set Decoration: Lisa Thompson
  • “Sopravvissuto – The Martian” Production Design: Arthur Max; Set Decoration: Celia Bobak
  • “Revenant – Redivivo” Production Design: Jack Fisk; Set Decoration: Hamish Purdy

Miglior Trucco e Parrucco:

  • “Mad Max: Fury Road” Lesley Vanderwalt, Elka Wardega and Damian Martin
  • “The 100-Year-Old Man Who Climbed out the Window and Disappeared” Love Larson and Eva von Bahr
  • “Revenant – Redivivo” Siân Grigg, Duncan Jarman and Robert Pandini

Miglior Cortometraggio d’Animazione:

  • “Ave Maria” Basil Khalil and Eric Dupont
  • “Day One” Henry Hughes
  • “Everything Will Be Okay (Alles Wird Gut)” Patrick Vollrath
  • “Shok” Jamie Donoughue
  • “Stutterer” Benjamin Cleary and Serena Armitage

Miglior Cortometraggio:

  • “Bear Story” Gabriel Osorio and Pato Escala
  • “Prologue” Richard Williams and Imogen Sutton
  • “Sanjay’s Super Team” Sanjay Patel and Nicole Grindle
  • “We Can’t Live without Cosmos” Konstantin Bronzit
  • “World of Tomorrow” Don Hertzfeldt

Miglior Sonoro:

    • “Il Ponte delle Spie” Thomas Newman
    • “Carol” Carter Burwell
    • “The Hateful Eight” Ennio Morricone
    • “Sicario” Jóhann Jóhannsson
    • “Star Wars: Il Risveglio della Forza” John Williams

Miglior Montaggio Sonoro:

  • “Il Ponte delle Spie” Andy Nelson, Gary Rydstrom and Drew Kunin
  • “Mad Max: Fury Road” Chris Jenkins, Gregg Rudloff and Ben Osmo
  • “Sopravvissuto – The Martian” Paul Massey, Mark Taylor and Mac Ruth
  • “Revenant – Redivivo” Jon Taylor, Frank A. Montaño, Randy Thom and Chris Duesterdiek
  • “Star Wars: Il Risveglio della Forza” Andy Nelson, Christopher Scarabosio and Stuart Wilson

Migliori Effetti Speciali:

  • “Ex Machina” Andrew Whitehurst, Paul Norris, Mark Ardington and Sara Bennett
  • “Mad Max: Fury Road” Andrew Jackson, Tom Wood, Dan Oliver and Andy Williams
  • “Sopravvissuto – The Martian” Richard Stammers, Anders Langlands, Chris Lawrence and Steven Warner
  • “Revenant – Redivivo” Rich McBride, Matthew Shumway, Jason Smith and Cameron Waldbauer
  • “Star Wars: Il Risveglio della Forza” Roger Guyett, Patrick Tubach, Neal Scanlan and Chris Corbould

Miglior Sceneggiatura Originale:

  • “Il Ponte delle Spie” Written by Matt Charman and Ethan Coen & Joel Coen
  • “Ex Machina” Written by Alex Garland
  • “Inside Out” Screenplay by Pete Docter, Meg LeFauve, Josh Cooley; Original story by Pete Docter, Ronnie del Carmen
  • “Il Caso Spotlight” Written by Josh Singer & Tom McCarthy
  • “Straight Outta Compton” Screenplay by Jonathan Herman and Andrea Berloff; Story by S. Leigh Savidge & Alan Wenkus and Andrea Berloff

Miglior Sceneggiatura non Originale:

  • “La Grande Scommessa” Screenplay by Charles Randolph and Adam McKay
  • “Brooklyn” Screenplay by Nick Hornby
  • “Carol” Screenplay by Phyllis Nagy
  • “Sopravvissuto – The Martian” Screenplay by Drew Goddard
  • “Room” Screenplay by Emma Donoghue
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto