Oscar 2021. Intervista a Youn Yuh-jung, la miglior attrice non protagonista invita all’unione

Yoon Yeo-jeong vince agli Oscar 2021 come miglior attrice non protagonista grazie al ruolo dell’anziana nonna Soonja nel film Minari

Da leggere

L’avete riconosciuta? È stata sedotta dalle poesie di Neruda, ha avuto un indimenticabile partner cinematografico e lotta per i diritti dei più deboli

Il 7 maggio 2019 ha fondato la Onlus Vite senza paura, per contrastare ogni forma di abuso come l’emarginazione,...

Stasera in TV: tra i film da vedere anche Dolittle e Poveri ma ricchissimi

Se non sapete cosa vedere stasera in TV, lasciate che sia la guida tv di Cinematographe.it a consigliarvi alcuni...

No Time to Die: il nuovo spot ci ricorda il ritorno esclusivo di Bond nei cinema

No Time to Die: l'arrivo del tanto atteso lungometraggio è vicino No Time to Die è il 25esimo capitolo di...

Youn Yuh-jung vince l’Oscar come miglior attrice non protagonista per il film Minari, vera sorpresa di questa stagione cinematografica.

In un’edizione in cui niente viene dato per scontato, l’attrice Youn Yuh-jung fa la storia: è la seconda attrice asiatica a conquistare l’ambizioso premio dopo Miyoshi Umeki, che vinse nel 1958 per il film Sayonara. Classe 1947, l’attrice sudcoreana è una delle interpreti femminili più apprezzate in patria. In Minari interpreta la nonna sopra le righe che arriva dalla Corea per stare vicina alla figlia e ai nipotini che si sono trasferiti in Arkansas. Per questo ruolo ha portato a casa il BAFTA e lo Screen Actors Guild Award.

Oscar 2021, Youn Yuh-jung: “Non credo nella competizione”

Youn Yuh-jung Minari Cinematographe.it

Durante l’incontro con la stampa, le è stato chiesto quale fosse la sua più grande sfida affrontata nel corso della sua carriera lavorativa. Con molta umiltà, ha risposto: “Ho avuto una carriera molto lunga, però [vincere l’Oscar, ndr] non mi è mai accaduta una cosa del genere. Ti rende felice quando ci arrivi, ma non credo nella competizione specialmente nel nostro campo perché facciamo film diversi”, ha dichiarato l’attrice sudcoreana in conferenza.

“Dobbiamo unirci contro le etichette culturali”

Youn Yuh-jung Minari Cinematographe.it

L’attrice sudcoreana ha elogiato le storie che parlano di culture diverse, e quando le è stato chiesto come si sentisse a proposito della rappresentazione sul grande schermo, ha affermato: “È molto bello, dovremo tutti abbracciarci e stare insieme.” Youn Yuh-jung ha rigettato ogni etichetta culturale, soprattutto quando al cinema si parla di attori asiatici e di colore:

“Le persone non fanno che metterci in categorie, e non va bene etichettarci. Dovremo unire tutte le razze in un unico colore, anche l’arcobaleno ne ha uno solo”.

Oltre ad essere una brava interprete, Youn Yuh-jung si è rivelata anche una persona davvero esilarante. Il premio per miglior attrice non protagonista è stato presentato da Brad Pitt, che lei non ha potuto fare a meno di ringraziare: “Mr. Brad Pitt, finalmente. Felice di conoscerti. Non posso credere di essere qui stasera”, ha dichiarato mentre riceveva l’Oscar.

Ultime notizie

L’avete riconosciuta? È stata sedotta dalle poesie di Neruda, ha avuto un indimenticabile partner cinematografico e lotta per i diritti dei più deboli

Il 7 maggio 2019 ha fondato la Onlus Vite senza paura, per contrastare ogni forma di abuso come l’emarginazione,...

Articoli correlati