Festival del Cinema Africano cinematographe.it

Si può finalmente dire che la zebra è tornata a Milano, per ricordare il ritorno del Festival del Cinema Africano nella sua edizione numero ventinove.
Un festival che da ventinove anni a Milano si propone di selezionare i migliori film appartenenti alla cultura di Asia, Africa e America Latina, che possano toccare diversi temi socio culturali, ma anche che siano in grado di mostrare novità e progresso, come lo scorso anno si è potuto vedere, nelle sperimentazioni di animazione in 2D e 3d.
All’interno dell’Auditorium San Fedele, Annamaria Gallone e Alessandra Speciale della direzione artistica insieme a tutte le realtà che hanno collaborato per arricchire il Festival, hanno presentato il programma per l’anno 2019 ricco di novità.
La dimostrazione che il Festival ha l’ambizione di crescere ogni anno, andando anche a presentare registi e artisti di rinomata fama internazionale.

29° Festival del Cinema Africano in numeri

La ricchezza della proposta si nota anche dai numeri che propongono infatti ben 60 film , di cui 22 prime italiane, 1 prima europea, 2 prime internazionali e 3 prime mondiali.
Si tratta di una selezione delle produzioni più recenti di cinema proveniente da Africa, Asia, America Latina e Italia, scelte su circa 700 film ricevuti.
Alla proiezione di ogni film ci sarà la presenza di registi, tecnici o giornalisti che introdurranno il film e il tema. Tornerà anche quest’anno la caratteristica dei film in lingua originale con sottotitoli in italiano o in inglese.
I film in concorso saranno giudicati da una giuria internazionale che assegnerà il Premio
“Comune di Milano” al Miglior Lungometraggio del Concorso Finestre sul Mondo, e da
una giuria di giornalisti italiani che attribuirà il Premio al Miglior Cortometraggio Africano e il Premio al Miglior film del Concorso Extr’A dedicato ai film italiani girati nei tre continenti e con uno sguardo sulle attualità italiane.
Oltre le premiazioni il susseguirsi di film in gara nelle principali categorie o fuori concorso, anche in questa edizione non può mancare ciò che è da considerarsi un dopo Festival e va a renderlo un evento culturale sotto tutti i punti di vista.
Ci sarà infatti anche una mostra fotografica e conferenze e confronti riguardo al tema delle realtà di Asia, Africa e America Latina.

La novità dell’edizione 29 Concorso Extr’A

I film in concorso, nella sezione principale dei lungometraggi Finestre sul mondo, vanno a toccare Asia, Africa e America Latina in modo uguale, trattando situazioni complesse e profondo che riguardano soprattutto il mondo dell’infanzia e della condizione della donna e che aiutano per uno sguardo più ampio su quei mondi e alcune realtà che li riguardano.
Una novità di quest’anno, è quella dell’introduzione di Concorso Extr’A che sarà molto interessante da scoprire per poter poi fare un confronto più profondo con le culture di Asia, Africa e America Latina e soprattutto per l’incontro che avviene quotidianamente anche in Italia con queste culture.

Il FESCAAAL conferma anche quest’anno le sue date sempre nella seconda metà di marzo, dal 23 al 31marzo e nei luoghi di Spazio Oberdan, Auditorium San Fedele, Casello Ovest di Porta Venezia – Casa del Pane, dove si terrà il Festival Center e la mostra fotografica, Arcobaleno Film Center e Wanted Clan. Luoghi che si posizionano nella parte centrale di Milano e che si possono raggiungere anche a piedi per poter abbinare diverse proiezioni nel corso di una giornata.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

Scopri il nostro Shop Online