Giovanna Ralli elogia Drusilla Foer e ricorda Alberto Sordi ai David 2022: “un grande amico”

L'attrice ha ricevuto il David di Donatello alla carriera

Avere 87 anni e non sentirli per nulla. Questo deve provare tutti i giorni Giovanna Ralli, attrice romana classe ’35 che ha ricevuto il David di Donatello 2022 alla carriera. L’attrice è stata accompagnata sul palco da una standing ovation che le è stata tributata da tutto il pubblico. E una volta salita sul palco non si è certo tirata indietro, ma ha trascinato la platea con l’esuberanza e la simpatia che l’ha contraddistinta in settanta anni di carriera cinematografica.

Chi è Giovanna Ralli, l’attrice che ha ricevuto il David alla carriera?

Sul palco del David di Donatello 2022, Giovanna Ralli ha voluto ricordare i grandi sceneggiatori che hanno contribuito a costruire il suo personaggio, da Moravia a Scola senza dimenticare Age & Scarpelli. L’attrice ha voluto celebrare anche Alberto Sordi, “un grandissimo amico. Con lui ridevo sempre. Quando veniva a casa mi portava sempre dei fiori. I fiori più belli li ho ricevuti da lui. Non voleva mai mangiare né il pesce né i funghi perché aveva paura di essere avvelenato“.

Giovanna Ralli ha conosciuto un grande successo negli anni Cinquanta, quando ha preso parte a diversi film di successo, come Le ragazze di San Frediano di Valerio Zurlini. All’inizio degli anni Sessanta è salita ulteriormente alla ribalta grazie a Roberto Rossellini, che l’ha scelta in ben in tre occasioni: Il Generale della Rovere (1959), Era notte a Roma (1960) e Viva l’Italia (1961). Della metà degli anni Settanta è invece il ruolo più importante tra quelli interpretati da Giovanni Ralli. Si tratta della parte di Elide nel capolavoro di Ettore Scola, C’eravamo tanto amati (1974), nel quale l’attrice offre una delle interpretazioni più importanti della sua carriera.

Leggi anche Ettore Scola: i film più belli da vedere per amare il narratore italiano

Articoli correlati