Back to the future – la nostra visita al 30th Anniversary Expo Museum

Da leggere

Bob Odenkirk starà bene dopo il ricovero in ospedale, assicura il figlio

Secondo suo figlio, Bob Odenkirk starà bene e si sta riprendendo dopo essere stato ricoverato in ospedale a causa...

Il Signore degli Anelli: le pressioni subite dal regista sulla trama

Dominic Monaghan (Merry nella trilogia de Il Signore degli Anelli) afferma che Peter Jackson ha subito pressioni dai produttori. Il...

Outer Banks – Stagione 2: recensione della serie tv Netflix

Un anno dopo la prima stagione, esordita durante il lockdown della primavera scorsa, ritroviamo su Netflix le calde e...

«Devi tornare indietro con me!
Ma indietro dove?
 Indietro nel futuro!»

Sono trascorsi esattamente 30 anni da quando Emmet ‘Doc’ Brown (Christopher Lloyd) ha pronunciato questa frase in una delle scene finali del primo capitolo di Back to the future (Ritorno al futuro), invitando un giovane Marty McFly (Michael J. Fox) a seguirlo nel futuro. Era il 1985 e da quell’anno, fino ai giorni nostri, la trilogia creata da Robert Zemeckis e prodotta da Steven Spielberg non solo ha continuato a portare nelle casse della Universal Pictures miliardi tra merchandising vario, proiezioni ed eventi, ma ha anche permesso ad intere generazioni di sognare ancora e ancora.

Quest’anno, cogliendo l’occasione del trentesimo anniversario dal primo storico capitolo e sfruttando la data presente nel film quando i protagonisti vanno nel futuro, in tutto il mondo c’è stato un susseguirsi di eventi legati all’universo della trilogia e fortunatamente l’Italia (strano ma vero) non è rimasta a guardare; era dai tempi delle proiezioni rimasterizzate dei film da parte di Nexo Digital che non si vedeva una cura maniacale nel proporre un evento che rimarrà (ne siamo sicuri) nel cuore e nelle menti di tutti gli appasionati delle tre pellicole: Back to the future – 30th Anniversary Expo Museum.

IMG_5043 copia

Il museo, posto su due piani e con aria condizionata, include pezzi unici e autentici direttamente dai set della trilogia: si passa dalla sceneggiatura originale del film, all’hoverboard utilizzato da Marty nel secondo capitolo, fino ai bozzetti, le Nike auto-allaccianti, l’almanacco sportivo e via discorrendo; il museo si può visitare in circa 50 minuti avendo tutto il tempo per ammirare questi fantastici cimeli. Al piano sottostante l’edificio, invece, è presente una sala cinema dove vengono proiettati in sequenza tutti e tre i film, mentre all’ingresso è possibile ritrovare una riproduzione della Hill Valley, del Lou’s Cafè e della famosa torre dell’orologio, ma non è tutto: con soli 5 € in più oltre al costo dell’ingresso al museo, è possibile fare un giro su di una DeLorean accessoriata con interni del film riprodotti fedelmente.

IMG_5122 copia 2

Il museo è situato a pochi km da Torino, in Via L. Ariosto, 36/bis, 10036 a Settimo Torinese e rimarrà aperto dal 01-07-2015 al 15-11-2015 dalle 10.30 alle 22.30. Oltre alla visita al museo, il tutto è arricchito da proiezioni all’aperto dei film, documentari, e molto altro ancora (per il programma completo degli eventi, seguire la pagina facebook Ritorno al futuro – MuseumSi avrà anche la possibilità di partecipare a visite guidate, durante le quali vi verranno svelati tutti i più svariati dettagli sulla storia di ogni singolo oggetto e costume originale della collezione…
La capienza giornaliera di tutto il complesso sarà limitata giornalmente quindi il nostro consiglio è quello di prenotare il vostro biglietto sul sito http://www.backtothefuturemuseum.com/it al costo di 9€.

IMG_5117 copia 2

Se siete amanti di una delle saghe cinematografiche più famose di sempre, il nostro consiglio è quello di non pensarci due volte e vivere questa straordinaria avventura che vi farà sognare!

Ultime notizie

Bob Odenkirk starà bene dopo il ricovero in ospedale, assicura il figlio

Secondo suo figlio, Bob Odenkirk starà bene e si sta riprendendo dopo essere stato ricoverato in ospedale a causa...

Articoli correlati