Il Cavaliere Oscuro: 10 cose che non sai sulla trilogia di Nolan

La Trilogia del Cavaliere Oscuro è un capolavoro nella storia dei cinecomic. Scopriamo insieme 10 curiosità sui film di Nolan.

I tre film di Nolan dedicati a Batman hanno rappresentato un punto di riferimento non solo per il Crociato di Gotham, ma anche per tutto il cinema di supereroi: esiste un prima ed esiste un dopo rispetto alla trilogia del Cavaliere Oscuro. Nolan ha settato il tono cupo che hai poi informato molti dei film dell’universo DC, presentando al pubblico alcuni personaggi davvero iconici, Joker su tutti. Scopriamo insieme alcuni dei fatti più curiosi riguardo a Batman Begins, Il Cavaliere Oscuro e Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno.

1. Una prova rabbiosa

Il Cavaliere Oscuro Cinematographe

Christian Bale ha voluto dare vita a un Batman arrabbiato, furioso, in accordo con Christopher Nolan. L’attore non ha nemmeno dovuto sforzarsi. Pare che la Batsuit fosse talmente pesante e scomoda da mettere di cattivo umore Bale, aiutandolo così nella sua performance attoriale.

2. Christopher Nolan, un’avanguardia tecnologica

Christopher Nolan - Il cavaliere oscuro, cinematographe.it

Nolan è stato il primo regista a servirsi della tecnologia IMAX per un film che non fosse un documentario. Il film in questione è Il Cavaliere Oscuro, durante le riprese del quale vengono usate proprio telecamere IMAX, per un totale di 28 minuti di film. Al tempo questa tecnologia era ancora molto costosa, ma Nolan ha contribuito a renderla più accessibile, tanto che oggi – grazie anche all’uso di cineprese IMAX digitali – viene usata molto più frequentemente.

3. Anne Hathaway: provino sbagliato

catwoman cinematographe.it

Lo ha raccontato la stessa attrice durante un’intervista a BBC Radio 1. Ai tempi del provino per Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno l’attrice si è presentata davanti a Nolan pensando di essere in lizza per la parte di Harley Quinn. Personaggio che – lo sa bene chi ha visto la pellicola – non è nemmeno presente nel film. Dopo un’ora di faccette pazze, è stato Nolan stesso a farle notare l’errore. Cosa che non ha comunque condizionato il suo provino, dal momento che Anne Hathaway è riuscita a giudicarsi il ruolo di Selina Kyle, a.k.a. Catwoman.

4. L’impressionante trasformazione fisica di Christian Bale nella trilogia de Il Cavaliere Oscuro

l'uomo senza sonno cinematographe.it

Conosciamo molto bene Christian Bale e il suo funambolismo fisico. L’attore è ormai diventato un maestro delle trasformazioni fisiche per meglio entrare nei personaggi che deve interpretare. Perde e acquista decine di chili con la stessa ‘facilità’ con cui le persone normali bevono un bicchiere d’acqua. Prima del provino per Batman Begins, Bale era reduce dalla prova massacrante di L’uomo senza sonno per il quale era arrivato a pesare appena 54 chili. In circa due mesi l’attore è stato in grado di aumentare il proprio peso di ben 26 chili, arrivando perfettamente in forma per essere scelto come Cavaliere Oscuro.

5. Method acting, edizione Heath Ledger

joker cinematographe.it

A proposito di attori che entrano nei personaggi, per prepararsi al meglio alla parte di Joker, Heath Ledger si è chiuso per circa un mese e mezzo in una camera di motel in solitudine totale. Lì ha potuto sviluppare la psicologia del personaggio e tutti i tic che lo contraddistinguono. Si tratta di un Joker molto diverso da quello più istrionico di Jack Nicholson, che infatti criticò la performance di Ledger definendola senza spirito.

6. Privo di spirito a chi?

Possiamo dirlo senza tema di incorrere nel delitto di lesa maestà: Jack Nicholson si è sbagliato e l’interpretazione di Ledger è lontanissima dall’essere priva di spirito. Lo testimoniano le reazioni dei colleghi che hanno recitato con lui la scena ambientata nell’attico di Bruce Wayne. Pare che Michael Caine sia rimasto talmente scosso da Ledger da dimenticare le sue battute. Maggie Gyllenhaal dal canto suo era così spaventata da non riuscire quasi a guardarlo negli occhi.

7. Alla luce del sole

La battaglia tra la polizia di Gotham e Batman da una parte e l’esercito di Bane dall’altra mostrata ne Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno è l’unica occasione in cui Batman si mostra di giorno nell’intera trilogia di Nolan.

8. Segretezza estrema sul set di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

Batman - cinematographe.it

Lo racconta Gary Oldman. Per evitare che trapelassero i dettagli dell’attesissimo finale de Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno e non lasciare alcuna traccia scritta, Nolan ha raccontato a voce sul set le ultime scene del film.

9. Il Cavaliere Oscuro: Heath Ledger sarebbe dovuto essere Batman

Heath Ledger Cinematographe.it
Heath Ledger

Durante il casting pre-Batman Begins, la produzione ha considerato diversi attori per il ruolo del protagonista. Tra questi, oltre a Christian Bale, c’era anche Heath Ledger. La parte è poi andata al primo, mentre il secondo si è dovuto ‘accontentare’ del ruolo di Joker nel secondo capitolo della trilogia di Nolan. E possiamo dire che non sia andata affatto male.

10. Un incidente sul set di Batman Begins

Batman Begins - cinematographe.it

Durante le riprese di Batman Begins a Chicago, un autista pesantemente ubriaco si è schiantato contro la Batmobile, credendo fosse un qualche velivolo alieno arrivato lì per invadere la Terra. Possiamo immaginare la reazione della produzione del film, la quale non voleva che nemmeno Christian Bale si avvicinasse al veicolo visto il suo alto costo.

Leggi anche Zoë Kravitz e quel provino per Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno: “Fui rifiutata per il colore della mia pelle”

Articoli correlati