10 cose che non sapevi su La maschera di Zorro

Aneddoti e curiosità su La maschera di Zorro, con Antonio Banderas ed Anthony Hopkins.

La maschera di Zorro di Martin Campbel è un film del 1998, basato sul classico personaggio creato da Johnston McCulley. Ambientato nella prima metà dell’Ottocento, vede un coraggioso spadaccino mascherato sfidare il dominio e la colonizzazione spagnola. Ecco dieci curiosità.

10 curiosità su La maschera di Zorro

La maschera di Zorro 10 cose che non sapevi Cinematographe.it

1. Niente stuntman, por favor

Antonio Banderas era consapevole che all’interno del lungometraggio vi sarebbero state delle scene rischiose. Tuttavia, rifiutò in modo categorico delle controfigure perché desiderava conferire al tutto la maggiore autenticità possibile.

2. Non lo faccio, anzi sì!

In principio, Anthony Hopkins aveva rifiutato il ruolo di Don Diego De La Vega perché soffriva di un terribile mal di schiena, reo quasi di costargli l’immobilità. L’interprete lesse la sceneggiatura e gli piacque da talmente da sottoporsi a un’operazione chirurgica pur di entrare nel cast.

3. Spade di… alluminio

Le spade impiegate erano realizzate in alluminio e quando si scontravano non emettevano il suono sperato. Pertanto, si rese necessario intervenire in post produzione.

4. Giù i vestiti

Nella scena in cui Zorro toglie i vestiti a Elena (Catherine Zeta-Jones) per ottenere l’effetto desiderato legarono all’abito una lenza da pesca.

5. Mister sorriso

Fin dall’introduzione nel 1919, il personaggio principale sorride mentre sta combattendo. Una tradizione mantenuta da Anthony Hopkins e Antonio Banderas. 

La maschera di Zorro 10 cose che non sapevi Cinematographe.it

6. L’improvvisa scomparsa di Raúl Julia

Raúl Julia avrebbe dovuto indossare i panni di Don Diego De La Vega, ma morì poco prima del via alle riprese. Dunque, la produzione scelse di chiamare Anthony Hopkins.

7. Esclusioni eccellenti

Penelope Cruz e Shakira sono state considerate per impersonare Elena.

8. Un finale troppo deprimente

In origine la pellicola si sarebbe dovuta concludere con la morte di Don Diego De La Vega tra le braccia della figlia. Ma Steven Spielberg, executive producer in questo caso, lo ritenne un epilogo troppo deprimente. Così, a distanza di tre mesi dalla fine dei lavori, si tornò sul set per mostrare Alejandro ed Elena uniti in matrimonio e con un figlio.

9. Largo all’improvvisazione

Antonio Banderas ha improvvisato nelle scene di combattimento.

10. Successo al botteghino e in DVD

Fu uno dei maggiori incassi del 1998 raccogliendo 250 milioni di dollari a livello globale, uno dei più affittati e acquistati in DVD.

Leggi anche 10 cose che non sapevi su Chinatown

Articoli correlati