Buffy l’ammazzavampiri: 10 curiosità sulla stagione 1

Molte cose sono cambiate dalla prima stagione di Buffy l'ammazzavampiri all'ultima stagione, la settima. Scopriamo quali nel dettaglio.

Nonostante il mondo in continua evoluzione della televisione, Buffy l’ammazzavampiri è ancora visto come il teen drama soprannaturale definitivo 25 anni dopo la sua uscita. Buffy Summers era un forte modello di ruolo femminile che ha sovvertito il tropo della damigella in pericolo, Willow ha dimostrato che la migliore amica nerd potrebbe essere una forza potente senza i suoi amici, e Giles è ancora una delle figure mentore più accattivanti della televisione moderna.

Considerando quanto è amata Buffy l’ammazzavampiri, è uno shock apprendere che le sue radici non erano esattamente le più forti. La prima stagione dello show è stata particolarmente influenzata dai cliché degli anni ’90 e dalla scomoda politica di genere, al punto che molti aspetti della prima stagione erano irriconoscibili alla fine delle sue sette stagioni.

10 aspetti sulla prima stagione di Buffy l’ammazzavampiri, del tutto diversi alla fine

1. I titoli di testa sono cambiati dalla prima alla settima stagione di Buffy l’ammazzavampiri

Non è inusuale per la sequenza iniziale di una serie tv cambiare nel corso della messa in onda di un programma, e questo è particolarmente vero per Buffy l’ammazzavampiri. Ogni stagione ha apportato dei cambiamenti ai titoli di testa in quanto via via venivano inserite delle nuove clip per mostrare il cast e delle azioni, e anche la canzone principale fu registrata dopo la seconda stagione dello show.

Al di là degli aggiornamenti alla componente visiva dello show, il cambiamento più visibile alla sequenza del titolo è stata la perdita della narrazione iniziale. Quasi ogni episodio della prima stagione iniziava con la frase, che è diventata un classico “In ogni generazione c’è una prescelta“, ma per la conclusione di Buffy, la narrazione era sparita.

2. Il cast

Mentre il trio principale della Scooby gang di Buffy è rimasto coerente dall’inizio alla fine, molti personaggi sono andati e venuti durante le sette stagioni della serie. Lo show vantava solo 5 personaggi principali e una manciata di ruoli secondari, mentre la stagione finale di Buffy aveva un cast ricorrente di oltre una dozzina di personaggi.

Personaggi come Cordelia Chase e Angel potrebbero aver dato colore e dramma alla stagione originale di Buffy, ma i ruoli dei personaggi sono stati sostituiti da altri come Spike e Anya dopo la loro partenza alla fine della terza stagione. Anche personaggi secondari come il preside Snyder e Joyce Summers sono stati uccisi per dare spazio a nuove personalità all’interno della serie, come la sorella di Buffy, Dawn.

3. La presenza di Giles era minore man mano che Buffy l’ammazzavampiri proseguiva la sua programmazione

Anche se Anthony Stewart Head è stato presente durante tutta la messa in onda della serie, all’attore è stato dato minor screen time durante le ultime due stagioni dello show. Ha avuto un ruolo essenziale nelle prime cinque stagioni dello show, ma è stato retrocesso a attore ricorrente dopo la morte e il risveglio di Buffy a causa del desiderio dell’attore di trascorrere più tempo con la sua famiglia.

Nonostante Giles sia stato in gran parte ritratto come una presenza comica durante la prima stagione dello show, si è gradualmente evoluto in una figura paterna e uno dei personaggi di Buffy preferito dai fan con il progredire dello show. I fan potrebbero essersi persi il fatto che il personaggio venisse costantemente allontanato dagli Scoobies durante l’ultima stagione dello show, ma la sua assenza è stata la chiave per la maturazione e la presa di responsabilità del personaggio.

4. La tonalità

Quando Buffy l’ammazzavampiri è iniziato per la prima volta, lo show era in gran parte una sfacciata commedia d’azione basata sui cliché degli anni ’90. Era un programma simbolo del suo tempo, e solo il finale di stagione, “Prophecy Girl“, ha accennato alla profondità che sarebbe arrivata.

Mentre Buffy l’ammazzavampiri si evolveva, lo show ha mantenuto il suo caratteristico senso dell’umorismo, basato su riferimenti colorati alla cultura pop e battute rapide dei suoi personaggi. Le ultime due stagioni, tuttavia, hanno notevolmente ridotto il senso del divertimento a favore di un dramma per adulti più serio, con il tono a volte piuttosto cupo.

5. L’ambientazione di Buffy l’ammazzavampiri è cambiata alla fine della serie

Buffy l’ammazzavampiri è ambientata nella cittadina immaginaria di Sunnydale, California, e nel corso delle sette stagioni della serie, i personaggi dello show non si sono mai trasferiti. Anche se la Scooby Gang era particolarmente impegnata a proteggere la propria casa, la loro base operativa è notevolmente cambiata dalla prima alla settima stagione.

Mentre la maggior parte del tempo veniva trascorso alla Sunnydale High School (in particolare nella biblioteca del liceo) durante le prime tre stagioni della serie, l’edificio viene fatto saltare in aria in uno dei migliori episodi dello show. Alla fine della serie, il quartiere generale principale della Scooby Gang diventa il salotto dei Summers, una location usata raramente prima della stagione 3.

6. Le coreografie da combattimento

10 curiosità Buffy l'ammazzavampiri Cinematographe.it

Durante le prime quattro stagioni, il lavoro acrobatico del personaggio principale è stato fornito dalla stunt Sophia Crawford, con le scene d’azione coreografate da Jeff Pruitt. I due interpreti sono stati fondamentali nello sviluppo dell’estetica dello spettacolo e nel garantire che le scene d’azione fossero fluide e dinamiche.

Dopo l’uscita di scena di Crawford e Pruitt alla fine della quarta stagione, le scene di combattimento dello show erano diverse. Lo stile di combattimento di Buffy era meno basato sulle arti marziali come il jiu-jitsu e più ispirato alle risse, mentre il montaggio era molto più mosso.

7. I villain erano diversi alla fine di Buffy l’ammazzavampiri

Il Maestro è stato il primo grande cattivo di Buffy l’ammazzavampiri ed era in gran parte un cattivo basic che apparentemente rappresentava una piccola minaccia per il mondo in generale. Potrebbe aver voluto alzarsi dalla sua cripta sotto Sunnydale per banchettare con il sangue degli innocenti, ma i suoi piani erano in gran parte inefficaci e secondari rispetto alla narrazione del mostro della settima stagione.

Con la stagione 7 dello show, la posta in gioco era molto più alta. La Scooby Gang viene contrapposta al Primo, una forza incorporea che minaccia di consumare la Terra con il suo esercito di Turok-Han che ha tenuto Buffy all’erta mentre il sadico servitore del Primo, Caleb, ha mutilato i suoi amici più cari.

8. La sessualità di Willow

Per gran parte della prima serie di Buffy l’ammazzavampiri, il personaggio di Willow è stato definito dal suo atteggiamento mansueto e dall’incapacità di esprimere i suoi sentimenti per il suo migliore amico Xander. Quest’ultimo personaggio finirà per spezzarle il cuore quando si mette insieme a Cordelia, anche se la stessa Willow supera la sua cotta quando si lega a Oz.

Quando la serie entra nella sua settima stagione, Willow cambia drasticamente come personaggio. Adesso è una maga competente (in gran parte) sicura delle sue capacità, e anche un membro forte e orgoglioso della comunità LGBTQ +, qualcosa che gli spettatori non avrebbero potuto prevedere durante la prima stagione.

9. La morte di personaggi principali

Mentre il preside Flutey è stato divorato da un branco di studenti posseduti e la stessa Buffy è stata annegata dal Maestro durante la prima stagione dello show, alcuni personaggi importanti sono stati uccisi nel programma. Il sempre controverso Joss Whedon si è affrettato a eliminare tale innocenza nelle stagioni successive.

Quando è andata in onda l’ultima stagione di Buffy, lo show era incline a toccare le corde del cuore degli spettatori a destra e a sinistra. Adolescenti innocenti come Cassie Newton sono stati fatti fuori in episodi indipendenti come “Help“, il personaggio ricorrente a lungo termine Jonathan è stato ucciso a sangue freddo da Andrew, e personaggi come Anya e Spike hanno fatto grandi sacrifici nel finale della serie “Chosen“.

10. L’atteggiamento della protagonista cambia nella stagione finale di Buffy l’ammazzavampiri

All’inizio della serie, la protagonista era un’adolescente coraggiosa che trovava la responsabilità di combattere le forze dell’oscurità un fastidioso fardello che intralciava la sua vita sociale. Ciò l’ha resa un personaggio accattivante e uno con cui il pubblico giovane poteva relazionarsi con facilità.

Alla fine di Buffy l’ammazzavampiri, Buffy Summers era cresciuta considerevolmente. Il suo senso di ottimismo e giocosità è stato in gran parte levigato dal trauma di essere morta in più occasioni, e il personaggio si è rivelato dittatoriale a causa della pressione di dover guidare i suoi amici in battaglia contro il male supremo.

Fonte: ScreenRant

Articoli correlati