Quest’anno la tendenza delle nomination degli Asian Film Awards è verso il Nord-Est Asiatico. Infatti, guadagna più nomination il film prodotto e ambientato in Corea del sud, Agassi (The Handmaiden). Il film, diretto da Park Chan-wook, era in concorso anche a Cannes 2016.

Al secondo posto dei film con più nomination c’è I’m not Madame Bovary. Il film è diretto dal regista cinese Feng Xiaogang, tratto dal romanzo omonimo Liu Zhenyun.

Le nomination degli Asian Film Awards sono state annunciate nella giornata di mercoledì a Hong Kong. Quest’anno anche la premiazione si svolgerà a Hong Kong, mentre negli scorsi anni era a Macao.

Agassi conquista ben sei nomination agli Asian Film Awards

Agassi ha guadagnato ben sei nomination per le performance degli attori e per le categorie tecniche. Tuttavia, gli Asian Film Awards, hanno escluso Park Chan-wook dalla categoria Miglior regista. Il film è rimasto escluso anche dalla categoria Miglior film. 

In corsa nella categoria Miglior film ci sono infatti The Wailing, The Age of Shadows entrambi dalla Corea. Ci sono poi Harmonium dal Giappone, Godspeed da Taiwan e infine I’m not Madame Bovary. 

Il film di Feng Xiaogang ha portato a casa ben cinque nomination tra cui  Miglior film, Miglior regista. La protagonista Fan Bingbing conquista inoltre la nomination come Miglior attrice. 

Cinque nomination le ha conquistate anche Train to Busan, del regista sudcoreano Yeon Sang-ho. The Mermaid, Your Name Operation Mekong hanno una nomination ciascuno.

Le nomination 2017 includono un solo titolo per l’India, per Neerja.  Infine è presente un sono titolo per l’Iran, Il Cliente di Asghar Farhadi. 

[Totale: 0 ]