Wanna: teaser trailer e data d’uscita della docu-serie Netflix su Wanna Marchi

Wanna racconterà i retroscena della vicenda di Wanna Marchi e della televisione degli anni '80.

Netflix aveva annunciato alcuni mesi fa la volontà di ampliare il proprio catalogo con numerosi progetti italiani, complice anche l’apertura della nuova sede della società a Roma. Fra i primi prodotti annunciati figurava la docu-serie Wanna, incentrata sulle coinvolgenti quanto burrascose vicende legali della televenditrice – e truffatrice – Wanna Marchi e di sua figlia Stefania Nobile. In queste ore è stata finalmente annunciata la data d’uscita ufficiale dell’ambizioso show, che debutterà sulla piattaforma il 21 settembre 2022.

Wanna - Cinematographe.it

Wanna – trailer e sinossi della docu-serie Netflix specchio di un cambiamento sociale

Prodotta da Fremantle, Wanna sarà disponibile non sono in Italia ma in tutti i Paesi in cui il servizio Netflix è attivo. E, a giudicare dalle prime immagini contenute nel teaser rilasciato in queste ore, sarà un racconto onesto e senza filtri, costruito attraverso interviste esclusive ed immagini di repertorio. In quattro episodi la docu-serie crime racconterà quindi un’epoca precisa e peculiare del panorama italiano, ovvero il cambiamento della TV “generalista” avvenuto tra gli anni ‘80 e i primi anni 2000, avviato grazie alla nascita delle prime televendite. Ed è in questo preciso contesto che si colloca la vicenda di Wanna Marchi e di sua figlia Stefania Nobile, idolatrate dalle masse come regine incontraste della televisione, rivelatesi poi delle autentiche truffatrici.

Come si evince infatti dalla sinossi ufficiale, Wanna non risparmierà nulla agli spettatori e racconterà anche retroscena inediti del processo giudiziario che ha cambiato il modo di fare tv:

Lo stile aggressivo con cui Wanna Marchi si rivolge agli spettatori è il marchio di fabbrica degli show in cui propone creme dimagranti miracolose. Per tutti gli anni ’80 la sua immagine e i suoi prodotti impazzano, rendendola ricchissima e famosa, insieme al suo unico e vero braccio destro, la figlia Stefania. Le due passano dal successo alla clamorosa caduta di inizio anni ’90, quando “l’impero Wanna Marchi” si sgretola e le scaraventa sul lastrico. Un disastro che scatena nelle due la voglia di riscatto. Dopo avere venduto l’illusione della forma fisica perfetta, passeranno a commercializzare l’unica cosa che nessuno aveva mai pensato di vendere: la fortuna. Creme dimagranti e antirughe lasciano così il posto ad amuleti e numeri benedetti venduti insieme al Maestro di vita Do Nascimento. Questa strepitosa macchina da soldi si sarebbe poi rivelata essere altro: una truffa clamorosa, realizzata grazie a una complice insospettabile, la televisione.

Wanna è stata realizzata attraverso 22 testimonianze, circa 60 ore di interviste e immagini tratte da oltre 100 ore di materiale d’archivio. La serie è scritta da Alessandro Garramone e Davide Bandiera, mentre la regia è a cura di Nicola Prosatore.

Leggi anche Netflix annuncia nuove produzioni italiane: dalla serie de Il Gattopardo alla docu-serie su Wanna Marchi

Tags: Netflix

Articoli correlati