Pistol: trailer e data d’uscita della serie sui Sex Pistols

Pistol è diretta dal premio Oscar Danny Boyle e racconta l'ascesa della band simbolo del punk rock.

Pistol – nuovo ambizioso progetto di Danny Boyle – racconterà l’ascesa e la consacrazione della band simbolo del punk rock inglese, i Sex Pistols. Le prime immagini della miniserie hanno contribuito ad alimentare l’attesa e ad accendere le speranze dei fan. La serie sarà rilasciata in anteprima su Hulu il 31 maggio e successivamente su Disney+. In occasione dell’imminente uscita è stato rilasciato il full trailer dello show, un’autentica celebrazione del caos e dell’anarchia.

Pistol: trailer, trama e cast

Il trailer della serie comincia in maniera irriverente, con una voce femminile che esclama: “L’Inghilterra è terribilmente noiosa, non cambia mai niente“. Sullo schermo appaiono immagini della Regina e di cantanti dell’epoca ma un rapido cambio di sequenza catapulta lo spettatore nel vero set della serie, la realtà fatiscente ed operaia che darà i natali al punk rock. Alcuni spezzoni di dialogo sanciscono poi la natura dello show, dura e feroce come la voce dei Sex Pistol. “Siamo invisibili. Siamo incazzati e a nessuno frega un cazzo di noi, quindi non ce ne frega un cazzo di nessun altro, e forse questa dovrebbe essere la nostra immagine” – afferma il chitarrista Steve Jones (Toby Wallace). A cui fa eco il manager della band, Malcolm McLaren: “Stiamo creando una rivoluzione. Non voglio musicisti, voglio sabotatori”.

La serie è basata sul libro di memorie del chitarrista Steve Jones, Lonely Boy: Tales From a Sex Pistol ed è prodotta da FX. Il cast è composto da giovani volti nuovi e da alcune star del piccolo schermo: Toby Wallace (Steve Jones), Anson Boon (John Lyndon), Christian Lees ( Glen Matlock), Louis Partridge (Sid Vicious), Jacob Slater (Paul Cook), Maisie Williams – Arya Stark de Il Trono di Spade -, Thomas Brodie-Sangster (La regina degli scacchi), Talulah Riley (Westworld).

Come si evince dalla sinossi ufficiale, l’obiettivo di Danny Boyle è quello di raccontare l’importanza dei Sex Pistols e la loro rivoluzione musicale, a partire dalle loro umili origini fino alle vette delle classifiche mondiali:
Pistol offre una nuova affascinante prospettiva su una delle più celebri rock band di sempre raccontando il loro percorso dalle case popolari di West London al noto negozio di Vivienne Westwood e Malcolm McLaren SEX, in Kings Road, fino al successo globale e alle controversie legate all’uscita di Never Mind the Bollocks, uno degli album più importanti di tutti i tempi. Il loro singolo God Save the Queen fu bandito dalla BBC, ma arrivò in vetta alla UK Singles chart. Per l’unica volta nella storia della classifica, il brano fu indicato come vuoto, per evitare offese alla monarchia.”

Leggi anche Pistol: Maisie Williams preoccupata per le troppe scene di nudo

Articoli correlati