Westworld - stagione 2 Cinematographe

Cosa riserva per i fan il futuro di Westworld? Una cosa è certa, tra la seconda e la terza stagione passeranno altri 18 mesi, circa

La premiere della stagione 2 di Westworld è a pochi giorni di distanza, ma non è mai troppo presto per iniziare a parlare della stagione 3 dello show e di quello che verrà poi. I fan del Western drama di HBO sono rimasti sbigottiti nell’apprendere che lo show non sarebbe tornato nel 2017, e quindi avrebbero dovuto aspettare un anno e mezzo per vedere la seconda stagione. Il ragionamento di base è che Westworld è uno spettacolo ambizioso e non abbiamo dubbi che l’attesa verrà ripagata da momenti magnifici.

E l’attesa sembra essere un elemento ricorrente. Parlando con EW, Jonathan Nolan ha alluso al fatto che ci sarebbe stato un altro divario di 18 mesi tra la Stagione 2 e la Stagione 3 e, anche se non ha confermato che la premiere di Westworld 3 non sarebbe arrivata fino al 2020, ha spiegato come un tempo più lungo per lo sviluppo e la produzione tra le stagioni sia parte delle discussioni che stanno avendo con HBO:

È una conversazione in corso con i nostri amici di HBO e per noi, con uno spettacolo di questa portata, non siamo interessati a fare la versione compromessa. Vogliamo che lo show diventi sempre più grande e più ambizioso e questo richiede tempo. Vogliamo prenderci tutto il tempo di cui abbiamo bisogno per farlo bene.

E per quanto riguarda il futuro di Westworld, Nolan non sembra intenzionato a rivelare un determinato numero di stagioni, ma riconosce che sta raccontando una storia con un finale definitivo, anche se potrebbe cambiare drasticamente di stagione in stagione:

Quando abbiamo scritto il pilot abbiamo pensato che avremmo ottenuto un po’ di più [nella storia durante la stagione 1] di quello che abbiamo fatto. La forma della stagione emerge mentre si arriva alla scrittura. Vogliamo avere l’impressione che lo show stia andando avanti e voglia essere senza paura. Abbiamo un’idea di come questo avvenga, ma non è tanto il numero di stagioni, ma l’ambizione della storia che stiamo raccontando. Questi Ospiti non vivono nello stesso lasso di tempo che viviamo noi e non hanno la durata di quattro anni dei Replicants [Blade Runner]. Se lasciati a se stessi, potrebbero vivere per sempre. Quindi la nostra storia ha un certo scopo. C’è una storia qui con un inizio, una metà e una fine.

Nolan ha continuato, descrivendo ogni stagione di Westworld come un film a se stesso e promettendo un senso di chiusura alla fine della stagione 2:

A tal fine, non ci piace creare un mistero senza fine. Ci piace risolvere i nostri debiti entro la fine della stagione. Consideriamo ogni stagione come un capitolo autonomo e le domande [sollevate all’inizio di ogni stagione] sono ampiamente soddisfatte entro la fine di ogni stagione. Vogliamo che ogni stagione sia soddisfacente nel modo in cui un franchising fa sentire il pubblico soddisfatto con ogni film. Vogliamo che voi siate entusiasti di tornare dopo 18 mesi, ma che non siate stati lasciati appeso al bordo di un cliffhanger – non è davvero giusto per il pubblico.

La seconda stagione di Westworld, composta da 10 episodi, sarà trasmessa su HBO dal 22 aprile al 24 giugno. COme era avvanuto per la prima, anche questa stagione avrà una sorta di sottotitolo. Dopo The Maze (Il labirinto), ci sarà The Door (La porta). In Italia andrà in onda in prima visione in lingua italiana sul canale satellitare Sky Atlantic dal 30 aprile. Sarà trasmessa in lingua originale sottotitolata in italiano dal 23 aprile, in simulcast con HBO.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto