The Witcher: Blood Origin avrà due protagoniste femminili

Arrivano le prime informazioni sulla serie prequel The Witcher: Blood Origin, la miniserie ambientata nel mondo fantasy di Geralt di Rivia.

The Witcher: Blood Origin è la miniserie Netflix ambientata nel mondo fantasy di Geralt di Rivia

The Witcher: Blood Origin è una miniserie in 6 parti ispirata al mondo di The Witcher e prequel della serie stessa. Ambientato in un mondo elfico 1200 anni prima del mondo di The Witcher, questo prequel racconta l’origine del primissimo strigo e gli eventi che portano alla fondamentale Congiunzione delle Sfere, quando i mondi dei mostri, uomini ed elfi si sono scontrati per diventare uno.

La serie fantasy originale Netflix con protagonista Henry Cavill qualche giorno fa ha dovuto interrompere le riprese a causa di numerosi casi di COVID sul set, ma cominciano ad arrivare le prime informazioni relative a questo suo primo spin-off. La più importante è senza dubbio quella sui suoi protagonisti che, stando a Recapped, si tratta di due personaggi femminili. Blood Origin avrà infatti due protagoniste femminili chiamate Eile “The Lark” Lithe e la Principessa Merwyn. Secondo le prime descrizioni dei personaggi giunte online Eile ha circa 20 anni ed è muscolosa, mentre Merwyn è un po’ più giovane di lei. Abbiamo anche una data di inizio riprese, anche se non è stata ancora confermata. Le riprese dovrebbero iniziare tra maggio e dicembre del prossimo anno.

Declar de Barra è lo showrunner della serie, oltre che il produttore esecutivo, insieme a Lauren Schmidt Hissrich, mentre Andrzej Sapkowski – l’autore dei romanzi su cui si basa il franchise Netflix – sarà il consulente creativo della serie. Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown, Sean Daniel, Tomek Baginski e Jarek Sawko di Platige FIlms.

ViaCB

Ultime notizie

Eurovision 2022: annunciati i conduttori. E una probabile guest star

L'Italia si prepara ad ospitare l'edizione 2022 dell'Eurovision L'edizione 2022 dell'Eurovision Song Contest si terrà in Italia, precisamente a Torino....

Articoli correlati