Stranger Things e la lamentela di Winona Ryder: il prezzo dell’abbonamento Netflix è esagerato?

La domanda è solo una: i dirigenti di Netflix come avranno preso le parole di Winona Ryder?

Nel corso della premiere mondiale di Stranger Things 4, Winona Ryder è stata protagonista di una stoccata non troppo velata contro Netflix

Se non siete d’accordo con l’aumento dei prezzi degli abbonamenti mensili imposti ormai da alcuni mesi da Netflix, sappiate che Winona Ryder la pensa esattamente come voi. L’attrice, nel corso della prima mondiale della quarta stagione di Stranger Things tenutasi a New York lo scorso mese, non si è tirata indietro nel dire la sua, visto che anche lei – come milioni di persone in tutto il mondo – è abbonata alla piattaforma. Parlando con i presentatori della serata, Josh Horowitz e Terri Schwartz, Winona Ryder ha rivelato di aver scoperto l’aumento dell’abbonamento come un qualunque abbonato, ovvero attraverso un’email. Dopo averla letta, l’attrice è rimasta un po’ scossa.

@stranger_noni #winonaryder #strangerthings #fyp #netflix ♬ son original – Stranger_Noni

Beh, come sapete non sono sui social media, ma ricordo il giorno in cui è stato annunciato in anteprima. Ho ricevuto un’e-mail da parte di Netflix che mi ha segnalato il cambiamento del prezzo del mio abbonamento. Sono passati da $ 9,99 a $ 14,99 o a $ 12,99 e io ero tipo ‘Oh’. Ma sai, ehi, continuo a pagare quel conto. Penso che ora sia ancora più alto“, ha dichiarato la Ryder con un filo di ironia. Una stoccata sottile verso i piani alti del colosso di streaming che fa onore all’attrice, volto di punta di Stranger Things, la serie creata dai fratelli Duffer che con il volume 1 della quarta stagione sta infrangendo ogni tipo di record d’ascolti in casa Netflix.

Articoli correlati