Stranger Thigs, la star Caleb McLaughlin: “Il pubblico razzista è stato traumatico”

Essere la star d uno degli show più popolari del mondo non ti salva necessariamente dal razzismo, lo conferma la storia dell'attore Caleb McLaughlin, il Lucas di Stranger Things.

Stranger Things è una delle serie più popolari in assoluto, diventando già nell’anno della sua uscita – il 2016 – uno degli show più visti nella storia della piattaforma Netflix. Le avventure dei giovanissimi protagonisti e il carisma della potente Undi non potevano in alcun modo lasciare i fan indifferenti, sia i più giovani sia i nostalgici degli amati anni ’80. Una delle icone di questi anni è l’attrice Winona Ryder, che è anche una delle protagoniste di Stranger Things. Nostalgia, sì, ma anche tante nuove storie da raccontare e giovanissimi artisti da scoprire. Uno dei maggiori talenti ad uscire dalla serie TV è sicuramente Millie Bobby Brown, che ha reso della sua Eleven un vero modello per le giovani ragazze.

Anche il personaggio di Lucas, unico ragazzo di colore, interpretato dal talentuoso Caleb McLaughlin, è entrano di prepotenza nel cuore degli spettatori con la sua performance toccante ed anche controversa della stagione 4. Lucas, infatti, è uno dei “nerd” ma è anche un ragazzo atletico che ama essere popolare e fare parte della squadra di basket del liceo. Se non fosse che il mostruoso Vecna ha altri piani per tutti.

Ma nella vita reale, non è Vecna il “cattivo”: spesso lo riescono ad essere i fan, soprattutto coloro che si lasciano andare al razzismo e alle fobie. Caleb lo sa bene ed è molto traumatizzato da alcuni eventi vissuti in prima persona.

Stranger Things, Caleb MacLaughlin: “Sono traumatizzato dai fan razzisti”

In un video di domanda e risposta pubblicato dall’account Twitter @spiderchalamet, riferito all’ Heroes Comic-Con in Belgio, l’attore di Stranger Things racconta alcuni eventi realmente accaduti durante la sua carriera. Ad esempio, che alcune persone non avevano fatto la fila per incontrarlo al Comic-Con proprio a causa del colore della sua pelle. Quando era più giovane, questi avvenimenti avevano un brutto effetto su di lui, causandogli un trauma dal quale è stato difficile guarire.

Adesso, con qualche anno di esperienza in più, Caleb spera di “trasformare tutto questo odio in positività. Con la mia piattaforma intendo diffondere positività e amore, perché non voglio restituire odio alle persone che me ne hanno dato“. L’attore è un esempio di umanità per tutti!

Fonte: CBR

Articoli correlati