Star Trek: Picard, cinematographe.it

Akiva Goldsman intervistatato da Hollywood Outbreak rivela che il nuovo show di Star Trek non sarà un semplice seguito dell’amato The Next Generation.

Patrick Stewart riprenderà il suo ruolo di Jean-Luc Picard di Star Trek: The Next Generation nella prossima serie Star Trek: Picard. Lo show in streaming della CBS All Access vedrà Picard in una nuova avventura, ma porterà in scena anche altri volti familiari di The Next Generation. Il produttore esecutivo Akiva Goldsman, tuttavia, ha detto che Picard non sarà il seguito di The Next Generation. Si tratterà invece di qualcosa di totalmente nuovo. “Beh, non volevamo proprio fare un sequel di The Next Generation”, ha dichiarato Goldsman a Hollywood Outbreak. “Penso che, in termini di atmosfere, sia un po’ un ibrido. Ovviamente è – vedrete, spero – più lento, più gentile, più lirico. È certamente più basato sul carattere.”. “Avrà luogo nello stesso universo in cui si è visto The Original Series, in cui si è narrato Next Gen e a cui si è aggiunto recentemente Discovery. Tutto questo è una speranza per un futuro che è per molti versi migliore del mondo in cui viviamo oggi. Star Trek rimane un’aspirazione e quello che dobbiamo fare, che DS9 deve fare un po’ e Discovery deve fare, è raccontare storie a puntate, e nella narrazione a puntate i personaggi possono evolvere in un modo che li rende unici. Quindi pensiamo che sia un nuovo tipo di spettacolo di Star Trek, fatto da un sacco di gente che ama tutti i vecchi tipi di Star Trek”.

Il creatore della serie Alex Kurtzman ha già detto in precedenza che questa serie è un’esperienza diversa da The Next Generation. “Sapete, sentiamo una grande responsabilità nei confronti dei fan che hanno amato [il personaggio di Picard], e Patrick stesso, che ha fatto un enorme voto di fiducia con noi scegliendo di tornare a interpretare Picard”, ha detto Kurtzman. “Ha anche detto: ‘Voglio essere sicuro che se tornerò, se hai amato TNG, sentirai che lo stiamo onorando, ma questa è un’esperienza molto diversa’. Questa è davvero un’esperienza molto diversa. Sembra incredibilmente diversa, il tipo di narrazione è diverso, ma se sei una persona che non l’ha mai vista, è stata costruita per farti entrare in questa storia molto emozionante di questo capitano che si trova nella fase finale della sua vita e che ha a che fare con la somma di tutte le sue scelte.”

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE