Purché finisca bene: le trame delle quattro nuove commedie sentimentali del ciclo di Rai 1

Quattro nuove divertenti commedie per raccontare l’amore nelle sue svariate sfaccettature.

Torna a dicembre su Rai1 nel periodo delle festività natalizie il ciclo Purché finisca bene con quattro nuove commedie sentimentali, interpretate da attori brillanti e amati dal pubblico per indagare con toni leggeri la profondità dei sentimenti e i piccoli e grandi problemi della contemporaneità. Quattro nuove divertenti commedie per raccontare l’amore nelle sue svariate sfaccettature: quello giovanile in Diversi come due gocce d’acqua, quello di una coppia a un passo dal matrimonio in Se mi lasci ti sposo, quello delle seconde occasioni ne La fortuna di Laura e quello tra nemiche amiche in Una scomoda eredità.

Le quattro commedie del nuovo ciclo di Purché finisca bene

Purché finisca bene; cinematographe.it

In Diversi come due gocce d’acqua Alessio Lapice è Gaetano, giovane rampollo di nobile famiglia partenopea, in procinto di partire per Francoforte dove lo attende un prestigioso lavoro deciso da suo padre Giorgio (Thomas Trabacchi). Ma quasi ad assecondare un desiderio inconscio, un incidente compromette la partenza del ragazzo: investe la bella Sharon(Chiara Celotto), di estrazione assai più umile ma di carattere deciso, e si trova così costretto a soddisfare le sue richieste per non far scoprire a suo padre che guaio ha combinato.

Se mi lasci ti sposo – seconda commedia del nuovo ciclo di Purché finisca bene – racconta la storia di Giulia (Sara Lazzaro) e Marco (Alessio Vassallo), una coppia in crisi come tante, che continua a stare insieme per inerzia. Anche perché separarsi costa caro e non solo per il prezzo emotivo: due case, spese multiple, il doppio delle bollette. Insomma, bisogna poterselo permettere e Giulia e Marco, trentenni precari e affaticati, sono anche in crisi economica. Ma ecco che Giulia ha un’idea: se non hanno soldi per separarsi, potrebbero sposarsi per finta e approfittare così dei regali dei generosi parenti. Sì, ma come?

In La fortuna di LauraLucrezia Lante Della Rovere è Laura Trabacchi, un’arredatrice di successo che ha cresciuto da sola la figlia Emma (Ilaria Rossi) viziandola e mandandola a studiare all’estero. Quando la relazione con il marito della sua cliente più importante viene scoperta, in un istante Laura perde la casa, la reputazione e il lavoro. Ad aiutarla è la sua ex domestica Agnese Santini (Emanuela Grimalda) che la ospita a casa sua dove già vive il fratello Fabrizio(Andrea Pennacchi)dopo la separazione.

In Una scomoda eredità – quarta e ultima commedia del nuovo ciclo di Purché finisca bene – due amanti sessantenni, Mariella e Domenico, sono sul punto di raccontare alle rispettive figlie, Diana (Euridice Axen) e Gaia (Chiara Francini), tutta la verità sul loro amore ma, prima di riuscire a farlo, muoiono in un incidente automobilistico nei pressi della loro bella villa sull’Isola di San Pietro. Le due donne, che non si sono mai viste prima, sono quindi costrette loro malgrado a recarsi sull’isola per occuparsi della casa che i due genitori hanno loro lasciato in eredità.

Articoli correlati