lolita cinematographe.it

Ripartono in Puglia le produzioni cinematografiche col il primo ciak della serie Lolita, diretta da Luca Miniero

Finalmente una bella notizia: l’inizio delle riprese cinematografiche in Puglia! Questa mattina, lunedì 13 luglio, a Monopoli è iniziata la lavorazione di Lolita, serie televisiva di Luca Miniero e con protagonista Luisa Ranieri. La nuova fiction di punta del palinsesto di Rai Uno è prodotta dalla BiBi Film di Angelo Barbagallo e dalla Zocotoco di Luca Zingaretti per Rai Fiction, ed è realizzata con il supporto di Apulia Film Commission.

Ad accogliere la produzione la presidente di Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco e il direttore generale Antonio Parente, che hanno incontrato il produttore Angelo Barbagallo, il cast artistico e tutti i lavoratori impegnati sul set pugliese, in un giorno che difficilmente dimenticheremo. “L’inizio delle riprese di Lolita ci rende particolarmente felici” hanno detto Dellomonaco e Parente. “Poter riprende le attività cinematografiche nella nostra Regione rappresenta un segnale importante per la ripresa lavorativa di un comparto importante per tutto il Paese. Un settore che in questi mesi ha sofferto molto, ma che si spera possa presto tornare ad essere un tassello importante sotto il profilo culturale, creativo, economico e lavorativo”.

Tratto dai racconti della scrittrice pugliese Gabriella Genisi, Lolita Lobosco è un personaggio immaginario dai tratti caratteristici del commissario, ma con la capacità di mantenere una femminilità e un calore proprio delle donne, nonostante il lavoro molto impegnativo che svolge dietro la scrivania della Questura. Le riprese pugliesi dureranno 10 settimane e, dopo la città di Monopoli, la lavorazione della fiction si sposterà a Bari dove saranno realizzate prevalentemente riprese in esterna.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE