L’amica geniale 3 quando esce? Anticipazioni , cast e curiosità sulla serie TV Rai

Cosa sappiamo de L’amica geniale 3? Ecco tutte le anticipazioni sulle nuove puntate. Attenzione spoiler.

Torna L’amica geniale con la stagione 3, tratta dal terzo libro del best seller di Elena Ferrante, Storia di chi fugge e di chi resta, dal 6 febbraio in 4 puntate su Rai 1 dirette dalla “new entry” Daniele Luchetti (Mio fratello è figlio unico, La nostra vita, Lacci), sceneggiate dalla stessa Ferrante, Saverio Costanzo, Francesco Piccolo e Laura Paolucci e prodotte da Fandango, The Apartment, Fremantle e Wildside, in collaborazione con Rai Fiction e HBO Entertainment.

L’amica geniale: dove eravamo rimasti? Il riassunto della serie Rai in attesa della stagione 3

L'amica geniale 3, cinematographe.it

Tornano anche le due attrici che dalla prima stagione impersonano le protagoniste Elena e Lila, Margherita Mazzucco e Gaia Girace. Nella seconda stagione abbiamo visto Lila con un figlio da crescere da sola con l’aiuto dell’amico Enzo dopo aver lasciato il violento marito Stefano Carracci, e con un lavoro sfiancante in uno squallido salumificio, Elena, invece, intenta a combattere i pregiudizi che le impediscono da meridionale di aspirare a una carriera accademica nonostante il suo essere sempre preparata e brillante. Le due amiche si “alimentano” a vicenda e così dalle ceneri del sorprendente racconto scritto da Lila alle elementari, La fata blu, nasce il primo romanzo di Elena: La divagazione. La stagione si conclude con Lila che dà fuoco a quel racconto rabbiosa per il suo destino beffardo, per il suo talento sprecato ed Elena che guarda con entusiasmo al suo futuro.

L’amica geniale 3 – Storia di chi fugge e di chi resta: la trama della serie

L'amica geniale 3, cinematographe.it

Nella terza stagione siamo nei tumultuosi anni ’70 e ritroviamo Lila stremata dalla fatica nello squallido salumificio di Bruno Soccavo vittima di soprusi e molestie che resiste solo per amore del figlio Gennaro. I problemi di Elena sono altri: dopo l’uscita del suo romanzo si sente inadeguata, sente di avere poco da raccontare, sopraffatta dai commenti sessisti e moralisti sulla sua opera. A complicare le cose l’incontro con il suo amore impossibile Nino Sarratore dopo tanti anni, che la travolge, sollevando in lei dei dubbi sul suo imminente matrimonio con Pietro Airota, che conosce i genitori di Elena e che le consegna l’anello di fidanzamento di fronte a loro.

Le due amiche si rincontreranno dopo diverso tempo in una tragica situazione: Elena raggiunge Lila a casa chiamata da Enzo e Pasquale Peluso, sta male, ha la febbre alta, è stremata dal lavoro in fabbrica e si fa promettere dall’amica che se le succederà qualcosa dovrà prendersi cura di suo figlio. Le condizioni disumane di lavoro che Lila è costretta a sopportare l’hanno danneggiata anche dentro, tramutando la sua inquietudine in una profonda depressione. L’amico Pasquale Peluso, attivista comunista, tenta di convincerla a raccontare la sua condizione a una riunione del partito nel rione, a denunciare il capo sfruttatore, a raccontare del basso salario e delle molestie, a unirsi alle proteste dei tanti operai che in quegli anni cambieranno il corso della storia. In un momento di sfogo, durante L’amica geniale 3, Lila lo farà, pentendosi immediatamente quando il giorno dopo capirà che le sue parole, pubblicate sui gazzettini ufficiali del partito, le causeranno ancora più problemi sul lavoro.

Elena intanto alla ricerca di ispirazione per un nuovo romanzo capisce presto che è più urgente raccontare quello che sta succedendo nella società in tumulto e comincia a collaborare con L’Unità scrivendo degli articoli di denuncia. Lila invece si avvicina ancora di più a Enzo che diventa il suo fidanzato e iniziano a studiare insieme informatica per diventare programmatori e cambiare la loro condizione. Dopo questa parentesi napoletana le due amiche si separeranno nuovamente: Elena dopo il matrimonio si trasferirà a Firenze rimanendo presto delusa della sua vita coniugale.

Qui è possibile visionare il trailer della serie TV. 

L’amica geniale 3: quando e dove vederla e da quanti episodi è composta?

La terza stagione de L’amica geniale – Storia di chi fugge e di chi resta andrà in onda da domenica 6 febbraio su Rai 1 in quatto serate per otto episodi, che saranno poi disponibili anche su RaiPlay. I primi episodi di questa stagione sono intitolati Sconcezze e La febbre. 

L’amica geniale 3: il cast e i personaggi

Oltre a Lila ed Elena nella serie ritroviamo: Nino Sarratore (Francesco Serpico), che riappare alla presentazione del romanzo di Elena, e la difende dalle aspre critiche di un giornalista conservatore. Fa parlare di sé attraverso i suoi articoli e arriva ad essere citato anche dall’illustre suocero di Elena, Guido Airota. Grazie a lui entra in contatto con Pietro, con cui lega. Proprio attraverso l’amicizia con Pietro, Nino ritorna nella vita di Elena con effetti sconvolgenti; Pietro Airota (Matteo Cecchi), fidanzato, poi marito di Elena. È un grigio accademico, molto concentrato sul suo lavoro. Pur professandosi ateo e progressista, mostra in diverse occasioni un’attitudine e un modo di pensare da conservatore.

Ferisce attraverso la sua indifferenza Elena che, dopo il matrimonio, inizia a trattare come una massaia, ignorando il suo percorso accademico e professionale. Nel corso della serie la distanza tra i due si acuirà sempre più; Adele Airota (Daria Deflorian):madre di Pietro, è una donna molto importante nel campo dell’editoria italiana, grazie a lei Elena ha pubblicato il suo primo libro e resta il suo punto di riferimento per ogni sua pubblicazione successiva; Immacolata Greco (Anna Rita Vitolo):madre di Elena, è una donna dura e pragmatica che non concede né a sé stessa né alla figlia di farsi manipolare. Resta comunque presente per sua figlia e si mostra oltremodo protettiva nei suoi confronti. Ha dei modi molto bruschi, ma dimostra il suo affetto con le sue azioni. Ha vissuto una vita difficile e per lei è estremamente difficile abbassare la guardia. Enzo Scanno (Giovanni Buselli): compagno di Lila, dolce e protettivo nei suoi confronti, resta costantemente al suo fianco anche durante il terribile periodo della malattia; Bruno Soccavo (Francesco Russo): proprietario della fabbrica di salumi e insaccati dove lavora Lila. È un uomo meschino e viscido, famigerato per molestare costantemente le operaie nell’essiccatoio. Quando ci prova con Lila, lei reagisce con aggressività; Pasquale Peluso (Eduardo Scarpetta): attivista comunista tenta di convincere Lila a denunciare le molestie e i soprusi subiti in fabbrica e a unirsi alla lotta operaia che infuoca negli anni ’70.

Questo e altro ancora nella terza stagione de L’amica geniale – Storia di chi fugge e di chi resta.

Leggi anche La sposa: recensione della fiction Rai 

Articoli correlati