Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere: sul set il terapista per gli insulti razzisti

L'attore Ismael Cruz Córdova rivela che Amazon ha assunto un terapista per far fronte ai commenti razzisti.

All’annuncio del cast, il colore della pelle dei protagonisti de Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere è stato il motivo principale dietro alle critiche. Anche se non dovremo stupirci più di tanto se l’interprete di un personaggio inventato non ha tratti caucasici (come ci ha abituato la trilogia di Peter Jackson), le lamentele si sono protratte per mesi, spingendo anche i creatori della serie a una dura risposta e ad adottare misure speciali sul set, come ora rivela uno dei protagonisti della serie Prime Video.

Tra i nuovi personaggi introdotti nella serie c’è Bronwyn, un guaritore umano interpretato dall’attore anglo-iraniano Nazanin Bonjadi; Sophia Nomvete, la prima donna nera a interpretare un nano in un progetto de Il Signore degli Anelli, e l’elfo silvano Arondir, interpretato da Ismael Cruz Córdova, la prima persona nera a interpretare un elfo in un progetto cinematografico legato al nome di Tolkien. È stato proprio lui a parlare a Variety della salute mentale del cast e della troupe durante le riprese della serie.

Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere

Durante il podcast Just for Variety l’attore ha rivelato che sul set della serie era a disposizione un terapista, per offrire aiuto dopo che lo show ha ricevuto tutti quei commenti razzisti contro il suo cast. “Hai bisogno di supporto quando questo accade perché le voci sono così forti e ti arrivano da così tanti lati”. Córdova afferma che, la sola presenza del terapista, è stata molto utile. “Mi è piaciuto averlo lì, anche se non abbiamo parlato”, ha detto. “Sapevo che c’era qualcuno lì che mi vedeva completamente. Non solo come attore.”

Il terapista è stato coinvolto quando la produzione de Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere ha ripreso le riprese dopo essersi interrotta durante la pandemia. “Ha fatto male”, dice Córdova a proposito delle critiche sul suo casting. Ha avuto un impatto psicologico e sulla salute mentale. Questo è qualcosa su cui sono molto, molto aperto in modo che le persone capiscano che ciò che fanno e dicono online ferisce davvero le persone, ha davvero un impatto su di noi”.

Ma l’attore non ha subito solamente degli attacchi online. “Il mio telefono è stato violato. Ho avuto tentativi di violazione del mio conto bancario. Il mio PayPal è stato violato. I miei amici hanno ricevuto dei messaggi. Ho ricevuto minacce di morte. Mi sono state spedite delle cose. La gente ha scoperto il mio indirizzo.”

Articoli correlati