House of the Dragon – George R.R. Martin rivela: “avrei iniziato la storia almeno 40 anni prima”

L’autore rivela le numerose discussioni e i conflitti con gli showrunner su dove iniziare la serie.

Per chi ha avuto modo di seguire House of the Dragon nel corso di questi ultimi mesi ha visto infatti gli eventi della serie procedere in modo spedito, facendo spesso salti temporali che hanno portato a vari momenti di confusione. Tra i più importanti è stato quello dell’episodio 6 che ha visto un salto temporale di 10 anni, portando così al recast di vari personaggi, in particolare di Rhaenyra ( da Milly Alcock a Emma D’Arcy) e Alicent (da Emily Carey a Olivia Cooke).

Ma secondo George R.R. Martin, autore dei romanzi e co-creatore dello show, la serie avrebbe dovuto mostrare molti più salti temporali e anche più recasting degli attori. Per Martin, infatti, l’idea migliore sarebbe stata quella di iniziare almeno 40 anni prima rispetto a quando la serie è partita nel primo episodio.

Martin ha infatti fatto sapere che: “Uno dei problemi maggiori con tutti gli sceneggiatori è stato dove inziare”. L’autore ha rivelato che House of the Dragon, e quindi il primo episodio è “iniziato con il Great Council dove i vari Lord dovevano votare l’erede di Jaehaerys, che ha appena perso il figlio Baelon, che è morto di appendicite, e quindi chi è l’erede ora? E i Lord decidono di votare per Viserys invece che per Rhaenys”, ha detto Martin in un intervista per Penguin Random House.

House of the Dragon, Martin rivela le accese discussioni con gli autori dello show su dove iniziare la serie

House of the Dragon - Cinematographe.it

Martin ha anche rivelato i numerosi conflitti con gli autori e sceneggiatori della serie circa l’inizio della serie: “quello [l’inizio] non ci è stato dato dalle Muse dell’antica Grecia. Noi, io e gli altri sceneggiatori, abbiamo avuto accese discussioni riguardo l’inizio della storia.

Secondo Martin alcuni autori volevano iniziare con la morte della prima moglie di Viserys, Aemma (che comunque è mostrata in un flashback nel corso del primo episodio), altri invece avevano proposto di iniziare con la morte di Viserys (che avviene molto più tardi nell’ottavo episodio). Ma per Martin erano tutte idee troppo avanti nella linea temporale, per lui infatti bisognava iniziare “molto prima.

Io avrei iniziato almeno 40 anni prima con un episodio che avrei chiamato The Heir and the Spare, dove i figli di Jaehaerys, Aemon e Baelon, sono vivi”, ha rivelato Martin. “E vediamo la loro amicizia, ma anche la loro rivalità, tra i due lati della grande casata. […] Aemon muore accidentalmente quando un arciere Myrish lo colpisce accidentalmente a Tarth e dopo Jaehaerys deve decidere chi deve diventare il nuovo erede. È la figlia, del figlio che gli è appena morto, o il secondo figlio, che ha a sua volta dei figli ed è un uomo, rispetto a lei che è solo un’adolescente?”.

Martin ha poi anche aggiunto che comunque l’idea era molto difficile da realizzare: “Ci sarebbero stati altri 40 anni e ci sarebbero stati più salti temporali e anche molti più recast [dei vari attori] e, sì, alla fine ero l’unico entusiasta di quello [l’idea]”.

Leggi anche 1923: svelata la data d’uscita della serie prequel di Yellowstone!

Articoli correlati