Fight like a girl: il libro femminista di Clementine Ford diventa una serie TV

Aquarius sta pianificando di adattare Fight Like a Girl tramite una serie TV in sei parti con episodi da 30 minuti ciascuno, creata dalla stessa Ford insieme a Lou Sanz.

Da leggere

Annette: recensione del film con Adam Driver e Marion Cotillard

Leos Carax, autore di ipotizzanti opere quali Pola X e Holy Motors, ritorna dopo 9 anni sulla scena con...

Malignant: per James Wan il film è “la versione horror di Frozen”

In una recente intervista James Wan ha dichiarato che il suo Malignant, attualmente al cinema, ha diverse punti in...

Supernova: recensione del film con Colin Firth e Stanley Tucci

Due uomini. Un camper. Un viaggio. Questi sono alcuni degli elementi di Supernova, presentato alla scorsa Festa del Cinema...

Fight Like a Girl, l’acclamato libro femminista di Clementine Ford, diventerà una serie TV prodotta da Aquarius Films

Il produttore indipendente australiano Aquarius Films svilupperà e produrrà una serie comedy-dramedy adattata dall’acclamato libro manifesto femminista Fight Like A Girl. La notizia è stata riportata in esclusiva da Variety nelle scorse ore. L’opera in questione, un libro di memorie e un’esposizione di quanto il mondo continui ad essere diseguale per le donne, è stato pubblicato per la prima volta nel 2016 dalla scrittrice femminista Clementine Ford, la quale ha conquistato il Matt Richell Award come nuovo scrittore dell’anno, un premio assegnato dagli Australian Book Industry Awards.

La storia traccia l’esordio politico della futura icona femminista a 15 anni nei territori suburbani del suo liceo degli anni ’90 mentre tenta di radunare coloro che la circondano per sostenere la causa. Presto scopre che il suo messaggio incontrerà opposizione ad ogni passo e deve scegliere se adattarsi o lottare per un mondo diverso in cui vivere in futuro.

Aquarius sta pianificando un adattamento sotto forma di una serie TV in sei parti con episodi da 30 minuti ciascuno, creata dalla stessa Ford insieme a Lou Sanz, autrice del lungometraggio di prossima uscita, Audrey. Al momento non è stato annunciato su quale emittente o piattaforma streaming verrà rilasciata la serie.

Oltre a Ford e Sanz, anche Nayuka Gorrie e Nina Oyama si occuperanno della sceneggiatura. La produzione è di Angie Fielder e Polly Staniford di Aquarius Films, le quali hanno dichiarato:

Ford è un’influencer che divide la gente su temi sociali, che parla apertamente di argomenti tabù per stimolare la conversazione e incitare al cambiamento. Non ha paura delle polemiche e attraverso la sua scrittura è in grado di approfondire questioni important temi con satira e grazia.

Dopo la pubblicazione di Fight Like a Girl nel Regno Unito e negli Stati Uniti, Ford è diventata un fenomeno mediatico. Due anni dopo ha pubblicato un altro bestseller, Boys Will Be Boys, che si concentra sulla mascolinità tossica e sul patriarcato. Nel febbraio 2020, Ford ha inaugurato un podcast chiamato Big Sister Hotline, in cui esplora questioni e domande femministe attuali con ospiti che hanno incluso Florence Given, Gemma Carey e Yassmin Abdel-Magied. Ford ha dichiarato:

Essendo un’adolescente insicura cresciuta negli anni ’90, la televisione è stata una tale via di fuga per me. Essere in grado di sviluppare una versione narrativa di quel periodo per gli spettatori di oggi è un sogno diventato realtà. Fight Like A Girl ha richiamato così tanti lettori perché, nonostante le nostre differenze, ci sono parti dell’essere una ragazza nel mondo che sono universali. Vogliamo offrire la stessa esperienza ora ad un pubblico più ampio, ricordando a tutti quanto lontano siamo arrivati ​​e quanto lontano dobbiamo ancora andare.

Ultime notizie

Annette: recensione del film con Adam Driver e Marion Cotillard

Leos Carax, autore di ipotizzanti opere quali Pola X e Holy Motors, ritorna dopo 9 anni sulla scena con...

Articoli correlati