Euphoria 2: SPOILER è morta? La folle teoria e tutti gli indizi che la provano

I fan della serie HBO Euphoria hanno trovato diversi indizi che potrebbero dimostrare la morte di un personaggio molto amato

Attenzione: seguono spoiler sull’episodio 4 della stagione 2 di Euphoria 

Euphoria potrebbe diventare il nuovo Trono di Spade, uccidendo la sua protagonista? È la domanda che molti spettatori si pongono da quando è andato in onda il quarto episodio della seconda stagione della serie di HBO. La discesa all’inferno di Rue, il personaggio interpretato da Zendaya, ha avuto il suo punto più basso nell’ultimo episodio di Euphoria, uscito questo lunedì. L’evocativo finale dell’episodio ha fatto temere il peggio per Rue e, anche se molto probabilmente è ancora viva, la serie di Sam Levinson sta lasciando vari indizi che indicano un destino piuttosto fatale per l’adolescente tossicodipendente.

Il continuo abuso di sostanze di Rue l’ha portata ad avere un momentaneo arresto cardiaco all’inizio della stagione. Ma questo, lungi dal fermarla, l’ha spinta a continuare a drogarsi con il suo nuovo amico del cuore Elliot (Dominic Fike). Alla fine del quarto episodio, dopo aver litigato con Jules (Hunter Schafer), Rue si chiude nella sua stanza e prende delle pillole, al punto da avere forti allucinazioni. Nel promo del quinto episodio abbiamo visto che ci saranno ambulanze e paramedici, quindi l’overdose di Rue sembra essere molto grave questa volta. Anche se la ragazza dovesse sopravvivere e tornare in rehab, non dobbiamo dimenticarci che ha stretto un patto con una pericolosa spacciatrice, che si aspetta che Rue rivenda la sua droga. E non sembra il tipo di donna che mostra pietà ai suoi clienti.

Quali sono gli indizi sulla morte di Rue? Gli spettatori più attenti hanno notato alcuni riferimenti piuttosto sottili che potrebbero indicare la morte di Rue. Tanto per cominciare, l’inizio del quarto episodio ha una divertente sequenza in cui Rue e Jules reinterpretano numerose scene della cultura pop come La nascita di Venere di Botticelli, Diego e io di Frida Kahlo e le iconiche scene di Titanic, Ghost e Brokeback Mountain. Cosa hanno in comune queste immagini, oltre ad essere universalmente iconiche? Che vengono eseguite da coppie tragiche, in molte delle quali uno degli amanti è morto.

Ma c’è qualcosa di ancora più intrigante, ed è l’uso della voce fuori campo in questo episodio, intitolato You Who Cannot See, Think of Those Who Can (Tu che non puoi vedere, pensa a chi può). È uno dei pochi episodi che non inizia con Rue che racconta una storia, che molti spettatori hanno attribuito al terribile stato in cui si trova il personaggio di Zendaya: a causa della droga non ha nemmeno la forza per parlare. Ma nella suggestiva sequenza finale accade qualcosa di ancora più interessante: appare la voce fuori campo di Jules. “Sono sempre stato con te, da prima che tu nascessi, fino a dopo che te ne sei andato”, dice il personaggio di Zendaya. A cui il personaggio di Hunter Schafer risponde: “Da prima che esistessimo entrambi”. Le parole, accompagnate da una scena onirica piena di simbologia, hanno scatenato l’immaginazione del popolo di Internet. Cosa significa? Lo sapremo solo nella prossima puntata. Voi che ne pensate, Rue è viva o morta?
Ricordiamo che Euphoria è stata rinnovata per una terza stagione. Gli autori avranno azzardato tanto?

Tags: HBO Zendaya

Articoli correlati