BAFTA TV e il cambio di regole: più spazio alle donne

I cambiamenti nelle regole verranno implementati già nelle prossime premiazioni.

Secondo quanto riportano vari magazine internazionali i BAFTA, l’Academy britannica per i Film e la Televisione, stanno implementando alcuni cambiamenti nel regolamento nella fase delle nomination. I cambiamenti sono stati ideati per giungere ad una parità di condizioni, soprattutto in quelle categorie che storicamente sono state dominate dagli uomini, come quella della regia.

Per le premiazioni del 2023, che si svolgeranno in primavera, saranno già applicate le nuove regole. Tra i cambiamenti vi è anche la nuova regola che prevede che, nelle categorie di regia per factual, fiction e multi-camera, i top tre uomini e le top tre donne del primo turno delle votazioni dei membri dell’Academy saranno poi automaticamente inseriti nella longlist, data poi alla Giuria ufficiale.

L’intervento dell’Academy dei BAFTA è stato messo in atto per portare a dei cambiamenti nell’industria e conseguentemente per aumentare la visibilità della donne nella cruciale, e lunga, fase di selezione. Un modo anche per seguire “l’obiettivo a lungo termine di incoraggiare una maggior rappresentazione delle donne considerate [per le premiazioni]”, hanno affermato i BAFTA in un comunicato.

Le nuove regole dei BAFTA: un modo per rispondere a “storiche inequità di genere

BAFTA - Cinematographe.it

L’intervento è stato realizzato dopo che l’anno scorso industria tv britannica ha ricevuto numerose critiche quando solo uno su 12 registi nominati ai Crafts (premiazioni dedicate alle categorie delle maestranze, quindi i reparti tecnici) era una donna. Cambiamenti voluti dai BAFTA che hanno il loro perché; infatti, nessuna donna è stata mai nominata nella categoria di miglior regista per il factual, una realtà che ha fatto molto scalpore e che ha portato a critiche da parte di We Are Doc Women, un’organizzazione dedicata al supporto delle donne registe nel mondo dei documentari.

Per quanto riguarda la categoria entertainment performance, verrà usata la medesima regola della categoria della regia. Anche qui tale decisione è una novità nell’ambito dei TV awards e si deve alla volontà di creare una maggior visibilità alle donne nel processo di selezione delle nomine. Per quanto riguarda la categoria di Original Music, il premio sarà diviso creando due categorie differenti, una per fiction e una per factual, un modo per dare più spazio ai compositori, il cui numero di candidati aumenta ogni anno. Cambiamenti sono stati fatti anche nella categoria International per bilanciare i progetti non-scripted e scripted, questi ultimi infatti, storicamente sono stati più fortunati nella fase di selezione. Adesso invece saranno portati nella fase ufficiale di selezione i primi top tre della selezione scripted e i primi tre di quella non-scripted.

Sara Putt, parte del comitato dei BAFTA e dei BAFTA Television, ha dichiarato in merito ai nuovi cambiamenti: “la Televisione e il modo in cui il pubblico [ne] consuma i contenuti è in costante cambiamento, ed è necessario che anche noi ci adattiamo. Come specchio dell’industria, siamo nel privilegio e nella posizione unica di riuscire a guidare e influenzare verso dei cambiamenti positivi”, ha affermato. Putt ha poi commentato che i cambiamenti annunciati per i BAFTA Awards del 2023 sono stati realizzati per portare anche ad una riflessione rispetto a “storiche inequità di genere e soprattutto per mostrare “l’impegno di ampliare la rappresentazione, ma anche amplificare l’importanza del ruolo delle maestranze in entrambe le cerimonie”.

I BAFTA hanno aperto oggi la fase delle nomination, che verranno ufficialmente presentate il 22 Marzo 2023, mentre le cerimonie si terranno il 20 Aprile (Crafts) e il 14 Maggio (Performance).

Leggi anche Festa del Cinema di Roma 2022: svelati nuovi film in programma

Fonte: Variety

Articoli correlati