Affari segreti di damigelle: recensione della serie TV

La serie offre un punto di vista femminile sulla realtà per nulla scontato.

Il debutto italiano di Affari Segreti di damigelle, serie TV australiana disponibile dal 19 febbraio 2022 su Sky e su NOW, costituisce una buona notizia per quanti amano passare le fredde sere d’inverno incollati davanti allo schermo. La serie vanta un precedente letterario illustre, essendo ispirata alla pièce teatrale Secret Bridemaids’ Business di Elizabeth Coleman. La scrittura efficace ed asciutta impreziosisce il prodotto, accompagnando lo spettatore nel groviglio degli eventi. Al centro della storia, tutta al femminile, ci sono tre attrici strepitose: Abbie Cornish nei panni di Melanie, Katie McGrath in quelli di Saskia, e Georgina Haig che interpreta Olivia. A fare da sfondo alle loro complicate vicende, c’è la città di Melbourne che, grazie all’abilità del location manager, è così ben rappresentata da avere voglia di correre subito in aeroporto! Quando incontriamo le protagoniste, capiamo sin da subito che sono amiche di lunga data e che hanno condiviso esperienze, gioie e dolori. Le tre donne non potrebbero essere più diverse l’una dall’altra: Melanie è moglie e madre, intrappolata in una vita convenzionale con poche soddisfazioni; Saskia è un’avvocata di successo, bisessuale e single per scelta; Olivia è una viticoltrice, alle prese con un terribile cancro e alle soglie di un matrimonio complicato che ha come damigelle Melanie e Saskia. Senza dubbio, una cosa in comune ce l’hanno: il coraggio di sfidare il dominio maschile. Proprio Melanie, che è la più timida delle tre, si concede un’avventura extraconiugale con il bel Jacob, interpretato da Alexander England, infilandosi così in un gigantesco guaio.

L’effetto a catena è il sale del racconto in Affari segreti di damigelle

affari segreti di damigelle cinematographe.it

Quando la donna capisce di non volere tradire più il marito, il suo amante si rivela un pericolosissimo stalker. Jacob riesce infatti ad insinuarsi nelle vite di tutti, comprese quelle di Olivia e Saskia. Le azioni sconsiderate di un misogino incallito contribuiscono a far detonare segreti e omissioni. Affari segreti di damigelle racconta di un gruppo di persone che si ingannano a vicenda perché si amano e vorrebbero proteggersi. Perfino la bellissima Saskia, per la quale la verità costituisce una sorta di crudele baluardo da difendere ad ogni costo, custodisce un segreto così compromettente da minacciare la sua carriera di avvocata. Neanche il personaggio di Olivia è cristallino come saremmo indotti a credere all’inizio del racconto, dal momento che cela la terribile notizia della recidiva del cancro. Mentre tutti si affannano nel cercare di mettere a posto le conseguenze dei loro affari segreti, una sorta di effetto a catena fa sì che gli eventi si intreccino e si svelino.

In questo gioco narrativo, dove verità e falsità sembrano rincorrersi, è proprio l’inquietante figura di Jacob a svolgere un ruolo chiave: il suo folle odio non può tollerare l’amore che lega tutti gli altri personaggi. La chiave di lettura della violenza contro le donne, proposta dalla serie tv, ha il merito di andare al cuore del problema. D’altra parte, la cronaca ha messo in luce come i responsabili di femminicidio siano uomini dal narcisismo esasperato che non accettano di essere stati rifiutati da una donna. Si avventano sulle vittime, provocandone la morte psicologica e sociale prima ancora che fisica. Minacce, ricatti, controllo, paura e vergogna costituiscono gli ingredienti del mix letale che rischia di distruggere la vita di Melanie e delle altre. Certamente suggeriamo la visione di Affari segreti di damigelle, auspicando l’arrivo di una seconda stagione.

Regia - 4
Sceneggiatura - 4
Fotografia - 4
Recitazione - 4
Sonoro - 3
Emozione - 4.5

3.9

Tags: NOW tv Sky

Articoli correlati