Scrubs: 5 motivi per cui è (ancora) indimenticabile a 10 anni dalla fine

Nonostante 10 anni trascorsi dalla fine, Scrubs è ancora indimenticabile e non è solo merito di J.D. e Turk.

scrubs cinematographe.it

Sono già passati dieci anni dall’addio a Scrubs: il 24 novembre 2010 veniva infatti trasmessa in Italia l’ultima puntata della nona stagione dello show. Sebbene molti considerino la serie terminata con l’ottava stagione, ipotesi corroborata anche dal sottotitolo “Med School” degli ultimi 13 episodi, “Our Thanks”, puntata 9×13 trasmessa su MTV Italia proprio un decennio fa, rappresenta di fatto l’ultimo momento passato in compagnia di J.D., Turk, Cox e gli altri.

Un cast, quello di Scrubs, geniale per molti motivi: la chimica tra gli attori, la loro bravura nel dare linfa vitale ai personaggi e la sceneggiatura che li ha resi ancora più credibili e “umani” sono slo alcuni di questi. Di fatto, pur trattandosi di una “semplice” comedy, la serie ideata da Bill Lawrence è sempre stata molto di più: ci ha fatto ridere, ci ha fatto piangere, ci ha fatto pensare e ci ha fatto compagnia per nove anni, dal 2001 al 2010. Quali sono, quindi, gli aspetti che ancora oggi rendono Scrubs indimenticabile?

1. Una comedy non convenzionale

Oggi forse si tende a sperimentare di più per quanto riguarda i format televisivi: i “canoni” entro i quali una serie deve rientrare per aderire a un genere non sono più così definiti. In questo senso, Scrubs potrebbe essere definita una serie pioniera: era una comedy, avviata nel 2001, senza risate registrate, con un grande utilizzo dei flashback, con una trama orizzontale decisamente interessante e con momenti tristi senza essere moralisti.

2. La bromance tra J.D. e Turk

scrubs cinematographe.it

Non si può negare: gran parte dell’anima di Scrubs si basa sul rapporto tra John Michael “J.D.” Dorian (Zach Braff) e Christopher Duncan Turk (Donald Faison). La loro amicizia, che possiamo tranquillamente definire “bromance” data la sua importanza, equiparabile a quella di una relazione amorosa, è il motore della serie: è la base di molte battute, di molte evoluzioni della trama, e soprattutto è l’aspetto in cui è più facile, da spettatori, ritrovarsi.

3. L’evoluzione dei personaggi

Al di là di J.D. e Turk, tutti i personaggi di Scrubs sono scritti e interpretati così bene da rimanere coerenti a se stessi dall’inizio alla fine, cosa non facile per una serie, specie se di stampo comedy. Contrariamente a quanto spesso accade nelle comedy tradizionali, tanto per riagganciarci al punto 1, in Scrubs i personaggi si evolvono, talvolta cambiano radicalmente, senza mai però tradire la propria anima. Alla fine, la cosa più bella è lo scoprire che sono tutti, fondamentalmente, brave persone: non ci sono buoni o cattivi, ma solo individui con caratteri e passati diversi tra loro, che cercano di convivere come meglio possono.

scrubs cinematographe.it

4. La sceneggiatura

Si può piangere di tristezza e di gioia nel giro di pochi episodi? In Scrubs, sì. Senza mai rinunciare a strappare un sorriso ai suoi spettatori, la sceneggiatura della serie riesce spesso e volentieri a far riflettere su temi di attualità, o sugli aspetti della vita, o ancora sui propri rapporti interpersonali e molto altro. Non è scontato, per una serie comedy, essere così profonda e in grado davvero di lasciare qualcosa, oltre alla risata e alle battute, che sono comunque riuscitissime.

5. Il realismo

Di medical drama ce ne sono tantissimi, forse troppi. Tutti, chi più chi meno, tendono a rendere la professione del medico più glamour di quanto sia veramente, magari condendo il tutto di drammi personali, passioni in corsia e tanto altro. Ma non Scrubs: tra i meriti della serie c’è quello di rappresentare con estremo realismo chi lavora in ospedale, dai chirurghi alle infermiere agli specializzandi. La loro non è una vita fatta di capelli sempre in ordine e di problemi di cuore discussi in sala operatoria, ma piuttosto quella di persone normali, che hanno scelto la carriera medica. Una differenza, questa, che Scrubs riesce a trasmettere in maniera impeccabile.

Scrubs: i momenti migliori

Se leggendo queste parole vi è venuta nostalgia della serie, ma non avete tempo di rivederla tutta, eccovi un video per ridere ancora di fronte a tutti i momenti migliori.