Mina Settembre – Stagione 2: le bellissime location della fiction Rai

Dov'è stata girata la seconda stagione di Mina Settembre? Scopriamo insieme tutte le location!

Dopo il grande successo ottenuto dalla prima stagione, andata in onda nel 2021, lo scorso 6 ottobre Mina Settembre – la fiction liberamente tratta dai racconti di Maurizio De Giovanni e con protagonista Serena Rossi – è tornata a intrattenere il pubblico italiano con dodici nuovi episodi. La seconda stagione ha confermato il successo del prodotto, tant’è che l’ultima puntata ha fatto registrare il record d’ascolti, con oltre 5 milioni di spettatori. Scopriamo insieme le meravigliose location della seconda stagione!

Le location della seconda stagione di Mina Settembre

Rione Sanità, Napoli

Mina Settembre; cinematographe.it

Come ben sapranno i fan della fiction, la protagonista Mina è un’assistente sociale che presta il proprio servizio nel Rione Sanità. Il consultorio dove lavora Mina è in realtà Palazzo Sanfelice, costruito tra il 1724 e il 1728 dall’architetto e pittore Ferdinando Sanfelice che ne fece la sua residenza.

Mina Settembre; cinematographe.it
Palazzo Sanfelice

Il lungomare, la sede centrale dell’Università Federico II in corso Umberto, l’Ospedale Ascalesi nel centro storico, a due passi da Forcella, i vicoli del quartiere Montecalvario, al confine coi Quartieri spagnoli, e la celebre metropolitana di via Toledo sono tra le tante location napoletani della seconda stagione di Mina Settembre.

Procida

La seconda stagione della fiction con protagonista Serena Rossi è iniziata nel piccolo borgo di Procida, la cosiddetta perla del Golfo di Napoli. La maggior parte delle riprese si sono svolte a Marina della Corricella, il borgo marinaro più antico di Procida che è stato il set anche del film di e con Massimo Troisi Il Postino.

Cuma

Nel corso della seconda stagione di Mina Settembre, la protagonista “fa visita” ad uno dei luoghi più belli situati nella provincia di Napoli, ovvero il sito archeologico di Cuma, tra Bacoli e Pozzuoli, nell’area dei Campi Flegrei. È la più antica colonia greca dell’Occidente, legata al mito della Sibilla Cumana.

I piatti tipici di Napoli, Procida e dei Campi Flegrei, le location di Mina Settembre 2

Mina Settembre; cinematographe.it

Sono tanti i piatti tipici della città di Napoli: tra quelli più famosi ci sono senza dubbio il ragù napoletano, pasta patate e provola, la frittata di maccheroni, il gattò di patate, il casatiello, il polpo alla Luciana, il sartù e il baccalà alla napoletana. A Procida, invece, i piatti tipici sono i luvari al sale, gli spaghetti ai ricci di mare, i calamari ripieni, la pasta con i totanielli, gli spaghetti con canocchie (piccole cicale di mare), il coniglio alla procidana e infine le lingue di procida, dei dolcetti fatti di pasta sfoglia e ripieni di crema al limone. A Cuma, o meglio nei Campi Flegrei, il piatto tipico è la pizza con la scarola. Per quanto riguarda i primi piatti c’è l’imbarazzo della scelta: cicerchie con le cozze di Bacoli, risotto alla pescatora, spaghetti al ragù di polipo, spaghetti alle vongole, O’ Tatiello (pasta preparata con salumi misti), gli scialatielli con provola e melanzane, e a Ciarella (una zuppa di uova e cipolla).

Leggi anche La recensione della seconda stagione

Articoli correlati