I-medici-3-sharman

Il 2 Dicembre va in onda in prima serata alle 21.15 su Rai 1 I Medici 3, terza stagione della serie tv per la quale l’attesa cresce sempre di più, dopo il grande successo internazionale registrato. Se la prima stagione sembrava non aver convinto però a pieno voti il pubblico italiano, la seconda dedicata esclusivamente a Lorenzo il Magnifico e la sua ascesa, si è guadagnata invece l’approvazione. A firmare la regia per questa terza stagione sarà Christian Duguay.

Nei Medici 3 vedremo un Lorenzo (Daniel Sharman) decisamente diverso dal giovane della stagione precedente: la crisi di Firenze diventerà anche la sua crisi, il momento in cui si trova concretamente a difendere la sua città e contemporaneamente a dover portare alto il nome della famiglia collocando e manipolando il futuro dei suoi figli all’interno della società e della politica italiana.

Leggi il nostro Editoriale: Da I Medici a Il Nome della Rosa: La rivoluzione è Rai!

La vendetta, la fine del suo caratterizzante ottimismo e il peso della responsabilità politica e familiare ci presentano un Lorenzo diverso, non più il ragazzo che sta per diventare uomo, ma l’uomo, vittima spesso dei suoi pregi e dei suoi difetti. Sentimenti ed eventi frutto anche di quanto accaduto nel 1478, dopo la Congiura dei Pazzi che ha messo fine alla vita del fratello di Lorenzo, Giuliano (Bradley James), e che ha portato al declino la stessa famiglia dei Pazzi, acerrima nemica de I Medici. Ma chi era Lorenzo prima di questa data fatidica? Facciamo un riepilogo nell’attesa che il filo della storia riprenda dal primo episodio de I Medici 3, dal titolo Sopravvivenza.

Prima de I Medici 3: l’ascesa di Lorenzo il Magnifico e gli eventi della seconda stagione

daniel-sharman-martari-medici-2 cinematographe.it

Il primo episodio della seconda stagione de I Medici si apriva gettando le coordinate principali per la comprensione degli eventi che avrebbero portato poi all’ascesa di Lorenzo. Bello, ricco, di belle speranze e innamorato di tutto ciò che è arte, cultura e bellezza, Lorenzo si ritrova a dover prendere in mano le redini della famiglia alle prime avvisaglie della minaccia dei Pazzi, ma soprattutto quando il padre Piero si dimostra incapace di risolvere i problemi e i debiti della banca fiorentina. Poco prima infatti della morte del padre, Lorenzo decide di gestire in prima persona gli affari di famiglia, e non solo quelli di natura economica. Rinunciando al suo amore di gioventù per Lucrezia Ardinghelli (Alessandra Mastronardi), prenderà in moglie Clarice Orsini (Synnøve Karlsen), nipote del cardinale Orsini, nipote del futuro Papa Sisto IV (Raoul Bova), assicurando ai Medici un’ottima influenza su Roma e la chiesa, e scenderà a patti con la città di Milano, che porta avanti da tempo un debito nei confronti della famiglia Medici.

Lorenzo, che già in questo primo frangente non nasconde la sua ambizione, pur se nascosta ingenuamente da un desiderio di pace, cerca di trarre matrimoni vantaggiosi anche dai suoi fratelli, ma fallendo. La sorella Bianca infatti sposerà Guglielmo Pazzi senza placare ma anzi inasprire gli umori delle famiglie, e Giuliano sceglierà la strada di un amore che genererà ulteriori nemici: si innamora infatti di Simonetta, moglie di Marco Vespucci, che per vendetta sosterrà i Pazzi nel loro desiderio di spazzare via la famiglia Medici.

La Congiura dei Pazzi nella serie TV di Rai 1

i-medici-2 cinematographe.it

Nonostante il desiderio di Lorenzo di conciliare affari familiari e giungere ad una tregua con i Pazzi, avendo cercato diverse volte di portare dalla sua parte Francesco Pazzi (Matteo Martari), sarà lo sterminio della famiglia Pazzi a mettere fine alle controversie e alle difficoltà dei Medici: Lorenzo, dopo essere stato ferito e consumato dal dolore dopo la Congiura dei Pazzi contro i Medici, da cui il fratello Giuliano ne uscirà morto, ordinerà infatti l’impiccagione dell’intera famiglia, ad esclusione di Guglielmo, marito della sorella Bianca e ignaro dei piani dei Pazzi.

La fine dei Pazzi però non è che una tregua: a minacciare Lorenzo e la pace di Firenze c’è il cardinale Riario, nipote di Papa Sisto IV, i cui affari sono stati spesso ostacolati da I Medici, e dei nuovi amici che diventeranno poi nemici. E’ da questa forte instabilità politica che riprendono I Medici 3.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto