GIUDIZIO CINEMATOGRAPHE - FILMISNOW

VOTA IL FILM ORA!

3

MEDIA VOTI PUBBLICO

Un successo che si conferma ad ogni stagione e che molto probabilmente investirà anche la sesta: Che Dio ci aiuti 6 non deluderà tutti gli appassionati della fiction con protagonista Elena Sofia Ricci nei panni dell’amatissima Suor Angela, che regala le sue consolidate gag con Suor Costanza (una Valeria Fabrizi sempre in forma!), ma accoglie anche una venatura più cupa e drammatica portando lo spettatore nei segreti del suo passato.

La prima puntata riapre i sipari che erano rimasti in sospeso nella stagione precedente, ma introduce anche personaggi vecchi e nuovi che contribuiranno a formare la nuova famiglia del convento, stravagante, affettuosa e accogliente come sempre con chi passa per la loro porta e con il suo pubblico.

Che Dio ci aiuti 6: la trama della fiction con Elena Sofia Ricci in onda su Rai Uno

Per Suor Angela (Elena Sofia Ricci) e Suor Costanza (Valeria Fabrizi) si apre un nuovo capitolo che comincia da Assisi, città in cui Suor Angela è cresciuta e dove tenterà di ristabilire un rapporto con il padre che non vede da anni. Con loro immancabile anche la presenza di Azzurra (Francesca Chillemi), che sta per iniziare un percorso di vita nuovo da novizia, facendo i conti con le gioie e le difficoltà della vocazione. Ma a rendere il suo percorso più entusiasmante sarà il ritorno di Monica (Diana Del Bufalo), insieme ad una bambina, Penelope, rimasta orfana a cui Azzurra è fortemente legata. A non aver abbandonato la casa famiglia sono anche Nico (Gianmarco Saurino) e Ginevra (Simonetta Columbu) che affrontano i primi screzi di coppia.

Francesca Chillemi - Cinematographe.it

Alla famiglia si aggiunge anche un nuovo arrivato, che sembra essere fortemente legato al passato di Suor Angela: è Erasmo Ferri (Erasmo Genzini), ragazzo cresciuto senza madre e arrivato ad Assisi proprio per conoscerne l’identità partendo da un ciondolo del Convento delle Grazie, unico ricordo che gli resta di lei. Nonostante un incontro iniziale burrascoso, Suor Angela cercherà gradualmente di integrarlo nella famiglia e aiutarlo a scoprire la verità sul suo passato.

Una fiction che ricalca le sfumature della commedia all’italiana

Pur trattandosi di una fiction puramente generalista, stretta alleata e parente di Don Matteo, Che Dio ci aiuti è una serie televisiva particolarmente apprezzata dal pubblico – e la sesta stagione lo conferma pienamente – per la sua capacità di mescolare buoni sentimenti, morale e una narrazione leggera che passa dal registro comico al drammatico in maniera scorrevole e piacevole. Un tratto che si ripete anche in Che Dio ci aiuti 6, diretta ancora una volta da Francesco Vicari, che è riuscito di stagione in stagione a mantenere costante questa caratteristica, contribuendo a fidelizzare un pubblico che sa di potersi sentire a casa ad ogni stagione.

Che Dio ci aiuti 6 - Cinematographe.it

Si tratta della formula senza dubbio rassicurante dello spettatore medio di Rai Uno, ma se è formulata bene, senza eccessivi patetismi e lavorando in sottrazione per creare un giusto equilibrio tra il piacere della narrazione e la necessità di far emergere un insegnamento, bisogna sottolinearlo e complimentarsene. Il percorso narrativo di ogni episodio è sempre lo stesso, lineare e preciso, ma capace sempre di incuriosire e di generare immediatamente empatia tra lo spettatore e i personaggi, con quelli già consolidati e con i nuovi in questo caso.

La comicità, che traspare da sempre ed è una costante di Che Dio ci aiuti, in questa stagione si avvicina ancora di più ai tempi e alle intese tra i personaggi della vecchia commedia all’italiana, ricordata anche dai prototipi dei personaggi e dalle dinamiche e contrasti che si scatenano tra loro.

Che Dio ci aiuti, la stagione 6 riscopre a modo suo la cifra drammatica della fiction Rai

Se la stagione precedente ha messo un po’ da parte la parentesi drammatica, in Che Dio ci aiuti 6 riaffiora maggiormente ma gioca sempre su questa leggera oscillazioni tra i due registri del drammatico e del comico, intervallati dai momenti didascalici in cui si tirano le somme morali della puntata. In perfetta linea e coerenza con il sentimento e il messaggio che la fiction si propone di offrire.

Che Dio ci aiuti 6 - Cinematographe.it

Nella prima puntata infatti è evidente il percorso di riflessione che si sta ponendo allo spettatore: i dubbi, le crisi e le difficoltà del quotidiano, che diventano materiale ordinario che pur se allontanandoci e poi riavvicinandoci ci accomuna, qualsiasi sia il ruolo che interpretiamo nella vita. Il senso della comunità, il confronto e il perdono sono i valori che si preannunciano come filoni portanti di questa stagione.

Che Dio ci aiuti 6 va in onda ogni giovedì alle 21.30 su Rai Uno a partire dal 7 gennaio 2021, e tutti gli episodi dopo la messa in onda possono essere rivisti su RaiPlay.