box office italia i puffi - viaggio nella foresta segreta

I Puffi – Viaggio nella foresta segreta (titolo originale Smurfs: The Lost Village) è il terzo film d’animazione dedicato ai folletti blu più conosciuti ed amati di sempre, per la regia di Kelly Asbury.

Un film che racchiude il suo punto di forza principale nell’intenzione di conferire maggior spessore e caratterizzazione al personaggio di Puffetta, non solo l’unica femmina del gruppo di creature del bosco, ma anche l’unica a non veder rappresentato nel proprio nome l’abilità o la caratteristica principale che la identifica.

Di Puffetta, in effetti, prima di questo film si sapeva poco o nulla, solo che fosse l’unico Puffo ad essere stato creato dal perfido Gargamella a partire da un blocco di argilla, allo scopo di “infiltrarla” nel villaggio dei suoi simili per scovarne la collocazione e appropriarsi di loro per accrescere il proprio potere di stregone. Un piano andato in frantumi nel momento in cui Puffetta fa il suo primo ingresso al villaggio ed incontra lo sguardo paterno e pieno di bontà di Grande Puffo, a dimostrazione che Gargamella ha avuto successo solo nel rendere la sua creatura davvero estremamente simile ai Puffi del villaggio, attribuendole lo stesso buon cuore e spirito di fratellanza.

i puffi - viaggio nella foresta segreta

Da quel giorno, l’unica femmina della comunità vive in pace ed allegria con i suoi simili, combattendo insieme agli altri contro la minaccia comune del mago e del suo fedele aiutante, l’antipatico gatto Birba.

I Puffi – Viaggio nella foresta segreta: alla ricerca della vera identità di Puffetta

Un giorno la bella Puffetta, sconsolata per non aver ancora scoperto la sua vera essenza, oltre al fatto di essere femmina e carina, trova un cappello simile a quello dei Puffi ma in realtà leggermente differente nel tessuto. Temendo di essere scoperto, il misterioso proprietario del cappello fugge via, lasciando dietro di sé la mappa che conduce ad un misterioso villaggio, forse popolato da altri Puffi…

Puffetta decide allora di radunare i suoi amici Forzuto, Tontolone e Quattrocchi e di partire alla ricerca della meta indicata sulla mappa, dando inizio ad una rocambolesca avventura per raggiungere il luogo prima dello spietato Gargamella.

i puffi - viaggio nella foresta segreta

I Puffi – Viaggio nella foresta segreta rappresenta una svolta nel racconto delle vicissitudini dei folletti blu, che per la prima volta mettono da parte le loro velleità maschili per dare risalto a Puffetta ed al potere delle caratteristiche femminili. Un cambio di rotta originale per il franchise, che decide di espandere i propri orizzonti verso lidi mai esplorati prima e ricchi di nuovi spunti per il futuro della serie.

La debolezza del film, tuttavia, risiede nella sua stessa forza: le vicende raccontate ne I Puffi – Viaggio nella foresta segreta, infatti, preludono ad un seguito dalla mille possibilità, conducendo un franchise ormai ampiamente esplorato verso un futuro che già a partire da questo film fatica ad avere un target di riferimento.

I Puffi, infatti, sono personaggi che da sempre appassionano i piccolissimi (solitamente non oltre i 5-6 anni di età)  e a voler espandere e svilupparne troppo le vicende si rischia di mettere in scena intrecci apprezzabili da un pubblico di adulti ma troppo complessi per avvincere i piccoli ai quali tali film dovrebbero essere indirizzati.

i puffi - viaggio nella foresta segreta

Il risultato è quindi un film che fatica a trovare la sua identità esattamente come la sua protagonista, al quale però non si può negare il pregio dell’originalità nell’aver finalmente conferito un Girl Power alle vicende dei Puffi.

I Puffi – Viaggio nella foresta segreta vi aspetta al cinema a partire da 6 aprile, distribuito da Warner Bros. Pictures; nel cast di voci originali Demi Lovato (Puffetta), Rainn Wilson (Gargamella), Joe Manganiello (Puffo Forzuto), Jack McBrayer (Puffo Tontolone), Danny Pudi (Puffo Quattrocchi), Mandy Patinkin (Grande Puffo/Narratore) e Julia Roberts (Mirtilla). Nella versione italiana, Mirtilla e doppiata da Cristina D’Avena, che canta anche il brano inedito Noi Puffi siam così, realizzato per la colonna sonora del lungometraggio.

PANORAMICA RECENSIONE
Regia
Sceneggiatura
Fotografia
Recitazione
Sonoro
Emozione
CONDIVIDI