In occasione dell’uscita oggi nelle sale cinematografiche, il regista di Non è un paese per giovani  (recensione, interviste al castGiovanni Veronesi ed il protagonista Filippo Scicchitano salutano il pubblico in sala, oggi 23 marzo,  alle ore 20.30 al Cinema Adriano nella Sala 3 e alle 22.30 al Cinema Lux nella Sala 1. Di seguito la sinossi ufficiale del film, distribuito da 01 Distribution.

Non è un paese per giovani: il regista Giovanni Veronesi ed il protagonista Filippo Scicchitano salutano il pubblico in sala a Roma

Sandro ha poco più di vent’anni, è gentile, a volte insicuro e il suo sogno segreto è diventare uno scrittore. Luciano invece è coraggioso e brillante, ma con un misterioso lato oscuro. S’incontrano tra i tavoli di un ristorante dove lavorano entrambi come camerieri.

Come tanti loro coetanei, Sandro e Luciano sentono che la loro vita in Italia non ha alcuna prospettiva. Si scelgono istintivamente e decidono, presi da un’euforica incoscienza, di cercare un futuro per loro a Cuba, la nuova frontiera della speranza dove tutto può ancora accadere.

Il progetto è quello di aprire un ristorante italiano che offra ai clienti il wi-fi -ancora raro sull’isola- grazie alle nuove ma limitate concessioni governative.

Con Nora, la strana ragazza che li aspetta all’Avana come un destino, scopriranno che esiste anche un modo glorioso di perdersi, che darà un senso profondo alla fatalità che li ha fatti incontrare. Attraverso scelte pericolose, violente, incontri necessari e addii pieni di silenzio, Non è un paese per giovani racconta la tenacia e la bellezza di una generazione che anche se privata di un luogo dove diventare grandi non si lascia spegnere.