L’avete riconosciuta? Qui la sua voce era già stupefacente, da grande ha imparato a dominare il palco diventando una talentuosa bomba sexy

Le sue doti canore emersero in uno spettacolo scolastico.

Da leggere

Alfredino Rampi: morto Angelo Licheri, il volontario che tentò di salvarlo

Angelo Licheri era uno dei volontari che tentarono di salvare il piccolo Alfredo Rampi dal pozzo artesiano nel giugno 1981 Si...

Strappare lungo i bordi: trailer e data d’uscita della serie di e con Zerocalcare

Strappare lungo i bordi è la prima serie d’animazione di Zerocalcare e sarà ambientata nell’ormai noto universo narrativo dell’autore Netflix...

Roma FF16 – Strappare lungo i bordi: recensione dei primi episodi della serie Netflix di Zerocalcare

Approcci diversi, stessa chimica. Zerocalcare presenta alla Festa del Cinema di Roma 2021 Strappare lungo i bordi, una serie...

Block title

Tra album e singoli, ha venduto globalmente 118 milioni da solista, 60 con le Destiny’s Child. Il magazine Billboard ha decretato Beyoncé Artista Femminile del Decennio 2000-2010 e anche il quotidiano britannico The Guardian le ha assegnato tale riconoscimento.

Oltre alla sua carriera di cantante, porta avanti in parallelo le attività come attrice e stilista. La sua performance nella pellicola Dreamgirls le è valsa 2 candidature ai Golden Globe. A livello imprenditoriale ha creato la propria linea di moda nel 2005, la House of Deréon, e nel 2010 pure una di profumi. In collaborazione con Adidas, ha dedicato alla figlia la collezione sportiva d’abbigliamento Ivy Park, costituita nel 2016.

Beyoncé: il rapporto col cinema

Beyoncé - Cinematographe.it

Beyoncé, nata il 3 settembre 1981 a Houston, in Texas, esordisce in qualità di attrice per MTV nel tivù-movie Carmen Jones: A Hip Hopera. Diretta da Robert Townsend veste i panni della protagonista in un’opera che ripercorre la storia della ballerina gitana.

Le buone impressioni lasciate convincono il produttore John Lyons a insistere affinché incarnasse Foxxy Cleopatra, partner di Mike Myers nel terzo lungometraggio del franchise Austin Powers.

Dopodiché Beyoncé appare in The Fighting Temptations con Cuba Gooding Jr. e nel remake della Pantera Rosa con Steve Martin. Presta, quindi, volto e voce a Deena nel musical Dreamgirls. Tuttavia, a emergere è soprattutto l’allora sconosciuta Jennifer Hudson, che conquista l’Oscar, favorita dalle canzoni, in grado di rubare la scena.

la bella e la bestia beyonce

Beyoncé recita in Cadillac Records e Obsessed, ma entrambi i titoli si rivelano un fiasco. Da allora lascia praticamente i set cinematografici. Eppure, anche come autrice, firma due documentari – il migliore è Homecoming (2019), produzione basata sulla pop star e la sua esibizione al Coachella Valley Music and Arts Festival. Distribuito su Netflix, il film riceve ampi consensi dalla critica.

Leggi anche L’avete mai vista Martina Pinto da bambina? Si è districata fra sensualissimi balli e fiction di successo e oggi è una splendida neomamma

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Alfredino Rampi: morto Angelo Licheri, il volontario che tentò di salvarlo

Angelo Licheri era uno dei volontari che tentarono di salvare il piccolo Alfredo Rampi dal pozzo artesiano nel giugno 1981 Si...

Articoli correlati