Directors Guild Award: La principessa e l’aquila nominato come miglior documentario

la principessa e l'aquila

La principessa e l’aquila, I Am Not Your Negro, Life, AnimatedO.J.: Made in America e Weiner sono stati candidati al Directors Guild Award per il miglior documentario.

Il vincitore del premio come miglior documentario sarà annunciato in occasione della 69esima edizione annuale dei Directors Guild Award, che si terrà il 4 febbraio presso il Beverly Hilton Hotel

La Directors Guild of America annuncerà l’11 gennaio le nomination dei lungometraggi.

Si tratta delle prime candidature in assoluto per tutti i registi nominati, tra cui Otto Bell per La principessa e l’aquila, Ezra Edelman per O.J.: Made in America, Josh Kriegman ed Elyse Steinberg per Weiner, Raoul Peck per I Am Not Your Negro e Roger Ross Williams per Life Animated

Directors Guild Award: La principessa e l’aquila nominato come miglior documentario

Tutti e cinque i film sono stati selezionati il mese scorso dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences per il premio come miglior documentario. L’Academy annuncerà le candidature il prossimo 24 gennaio.

Sony Pictures Classics ha acquistato La principessa e l’aquila dopo l’anteprima al Sundance Film Festival di quest’anno e ha distribuito il film nelle sale americane il 2 novembre scorso. Dopo la sua uscita, il documentario narrato dalla voce di Daisy Ridley (Star Wars – Il risveglio della Forza) ha incassato 2 milioni di dollari. Il film racconta la storia di Aisholpan, una ragazzina di tredici anni proveniente dalla Mongolia che cerca in tutti i modi di diventare la prima cacciatrice di aquile donna della sua nazione. Daisy Ridley figura inoltre come produttrice esecutiva del documentario.

Lo scorso mese O.J.: Made in America ha vinto il premio come miglior lungometraggio dall’ International Documentary Association. è prodotto e diretto da Ezra Edelman per ESPN Films e per la propria serie intitolata 30 for 30. Made in America ha debuttato al Sundance ed è stato distribuito nella sale a maggio prima di andare in onda su ABC ed ESPN.

Life, Animated è prodotto da Julie Goodman e Roger Ross Williams per A&E Indie Films. Williams ha vinto il premio regia nella categoria documentario al Sundance di quest’anno per la storia di Owen Suskind, che ha smesso di parlare all’età di 3 anni e che ha trovato nell’animazione Disney un percorso verso il linguaggio e un quadro per dare un senso al mondo.

I Am Not Your Negro si basa sul manoscritto di James Baldwin per “Remember this House” in qualità di resoconto delle vite e dei successivi omicidi di tre dei suoi amici più stretti – Medgar Evers, Malcolm X e Martin luther KIng. Baldwin aveva completato 30 pagine prima della sua morte, avvenuta nel 1987.

Weiner invece riguarda la vita dell’ex membro del congresso Anthony Weiner dopo le accuse scandalose di sexting. Matthew Heineman ha vinto l’anno scorso il premio come miglior documentario per la Directors Guild, grazie a Cartel Land, incentrato sulla guerra messicana alle droghe. L’Academy ha annunciato lo scorso 6 dicembre i 15 film finalisti per il premio oscar come miglior documentario: Cameraperson, Command and Control, La principessa e l’aquila, Fuocammare, Gleason, Hooligan Sparrow, I Am Not Your Negro, The Ivory Game, Life Animated, O.J.: Made in AMerica,  13th, Tower, Weiner, The Witness e Zero Days.

Ti è piaciuto questo articolo?
[Totale: 0 Media: 0]